CHIUDI
CHIUDI

17.10.2019

Folle inseguimento
e poi lo schianto
Arrestato un 34enne

I carabinieri del Nucleo Radiomobile che hanno eseguito l’arresto
I carabinieri del Nucleo Radiomobile che hanno eseguito l’arresto

Non appena i carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile, impegnati in posto di controllo nel centro di Legnago, gli hanno intimato l’alt, anzichè fermarsi ed esibire patente e documenti ha premuto sull’acceleratore. E nell’ingranare la marcia, per darsi alla fuga, ha tentato addirittura di investire un brigadiere che ha avuto però la prontezza di riflessi di spostarsi in tempo. Ne è scaturito così un rocambolesco inseguimento che è culminato, dopo un quarto d’ora da brividi scandito da sorpassi azzardati, sensi unici ignorati e pericolosi slalom tra auto e passanti, in via Lungo Bussè con l’arresto di F. M., un cittadino marocchino, con precedenti per droga, residente a Terrazzo.Il 34enne, giunto ai confini con Angiari, è piombato infatti con l’auto su un rondò. E, a quel punto, vista la mal parata, ha cercato di scappare a piedi. Tutto inutile.

L'articolo completo su L'Arena in edicola.

 

Stefano Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1