CHIUDI
CHIUDI

05.07.2020 Tags: Legnago

Due avvocati schierati con «Verona Domani»

Da sinistra,  Gruppo,  Gasparato, Guerra, Casali e  Shahine
Da sinistra, Gruppo, Gasparato, Guerra, Casali e Shahine

La piattaforma civica «Verona Domani» approda a Legnago e conquista già un consigliere a Palazzo de' Stefani. È stata infatti inaugurata nel capoluogo della Bassa la sezione del movimento fondato dal presidente del Consorzio Zai Matteo Gasparato e dal consigliere regionale Stefano Casali, entrambi intervenuti alla serata di presentazione assieme al vicepresidente Michele Gruppo. Il gruppo cittadino, coordinato dal 45enne avvocato civilista Matteo Guerra, si chiama infatti «Verona Domani per Legnago» ed è stato tenuto a battesimo nella sala civica di via Matteotti. La sezione, che conta già una trentina di iscritti, sarà di riferimento non solo per la città ma anche per i Comuni limitrofi. Non a caso il suo coordinatore, Guerra, è originario di San Pietro di Morubio, dove vive ed è assessore ai Lavori pubblici. «Sono molto legato a Legnago», ha esordito Guerra, «visto che qui ho studiato sia alle medie Frattini che al liceo Cotta e tuttora ho il mio studio professionale». Uno dei primi aderenti alla nuova realtà civica è il consigliere di minoranza Riccardo Toufik Shahine. Il 46enne avvocato penalista, oltre a condividere lo stesso studio con Guerra, l'anno scorso ha corso a Legnago come candidato sindaco per la coalizione formata da Forza Italia, Prima Legnago - civica coordinata dall'ex consigliere Ester Bonfante, presente tra il pubblico assieme al marito Luciano Giarola, ex segretario locale della Lega - e Viva Legnago. Guerra, che per assumere il nuovo incarico si è dimesso da portavoce del «Comitato per la difesa dell'ospedale di Legnago», ha evidenziato i prossimi impegni: «A Bonavigo, fra qualche mese, si voterà per le elezioni comunali. Lì schiereremo i due candidati consiglieri Christian Rizzi e Romina Chiavelli a supporto dell'ex sindaco Ermanno Gobbi e alle elezioni regionali sosterremo Casali. L'anno prossimo, se la fusione con Isola Rizza non andrà a buon fine, ci attiveremo per correre a San Pietro di Morubio». Per Legnago, Shahine ha sottolineato: «Ritengo che in città serva un movimento civico che rappresenti un contenitore forte e organizzato che vada al di là dei partiti». «Il nostro movimento», ha aggiunto Casali, «conta a Verona e provincia conta oltre 100 amministratori eletti». •

F.T.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie