Don Silvio è in ospedale Sanificata la parrocchiale

L’intervento di sanificazione
L’intervento di sanificazione

Silvio Zonin è stato ricoverato in ospedale. Si sono fatte più serie, anche se non sono gravi, le condizioni di salute del parroco-esorcista di Villafontana e Mazzantica a cui, lunedì pomeriggio, era stato riscontrato il Coronavirus dopo aver accusato i primi sintomi durante le messe celebrate tra sabato e domenica nelle due frazioni di Bovolone ed Oppeano. Inizialmente, infatti, i medici avevano prescritto al sacerdote 70enne di curarsi in canonica, osservando l'isolamento domiciliare. Nella giornata di giovedì, tuttavia, il parroco è stato sottoposto ad alcune analisi all'ospedale Mater salutis di Legnago. Dopo gli accertamenti, i medici hanno deciso di mantenere il prete in osservazione e in cura nel polo sanitario. È stato lo stesso parroco a rassicurare i fedeli sul decorso della malattia, affidando ad un collaboratore il proprio messaggio che è stato pubblicato sulla pagina Facebook del circolo Noi villafontanese. «Cari parrocchiani», scrive don Zonin, «sono ricoverato in ospedale. Sono monitorato e ho un po' di ossigeno. Non preoccupatevi troppo per me. Vi chiedo una preghiera e di non chiamarmi perché ho necessità di riposo e tranquillità. Un caro saluto e una preghiera». Nel frattempo la chiesa parrocchiale di Villafontana, dopo la sanificazione effettuata tra domenica e lunedì dai volontari, è stata sottoposta nei giorni successivi ad un nuovo trattamento anti-Covid. In questo caso è stata contattata una ditta specializzata che, attraverso un nebulizzatore, è intervenuta all'interno dell'edificio sacro.

F.T.