Cultura digitale diffusa Internet e tutor in 12 Comuni

L’edificio 13 a Legnago sarà centro del progetto di informatizzazione e dove ci saranno postazioni di coworking
L’edificio 13 a Legnago sarà centro del progetto di informatizzazione e dove ci saranno postazioni di coworking
L’edificio 13 a Legnago sarà centro del progetto di informatizzazione e dove ci saranno postazioni di coworking
L’edificio 13 a Legnago sarà centro del progetto di informatizzazione e dove ci saranno postazioni di coworking

Decollano in tutta la Bassa le «palestre digitali». Saranno attivati infatti entro fine anno, in 12 Comuni del territorio, i 12 presidi informatici per garantire nuovi servizi telematici ad un bacino di 97mila abitanti dei Comuni di Legnago, capofila del progetto «Innovation Lab», di Castagnaro, Isola della Scala, Minerbe, Villa Bartolomea, Isola Rizza, San Pietro di Morubio, Angiari, Bovolone, Cerea, Terrazzo e Roverchiara. A Palazzo de’ Stefani si è svolta la prima riunione operativa tra i 12 sindaci coinvolti nella «rivoluzione digitale» con i partner dell’iniziativa, realizzata grazie al contributo di 699.930 euro erogato dalla Regione a febbraio 2020 attraverso l’Agenzia Veneta per i pagamenti in agricoltura (Avepa). L’ex raffineria. Fulcro della rete di postazioni internet, aperte a tutti i cittadini, di cui due saranno realizzate a Legnago - rispettivamente nelle biblioteche «Bellinato» e «Fioroni» - e le altre 11 nel vari centri coinvolti, sarà l’Edificio 13 di via Vicentini. L’ex raffineria dello storico zuccherificio cittadino, ribattezzata per l’occasione «Space 13», comprenderà anche uno spazio dedicato al coworking. La cultura digitale. Durante l’incontro tecnico sono state definite le linee operative del progetto assieme alle società incaricate di dar corpo alle «palestre digitali P3@site» nei 12 centri. Perciò, dai prossimi giorni e fino a maggio 2022, in ciascun sito verranno programmate iniziative per promuovere la «cultura digitale», ossia l’utilizzo delle risorse di internet per avere i servizi pubblici erogati dalle amministrazioni locali, sia tra i residenti che tra le imprese. Pertanto, saranno organizzati eventi informativi, laboratori e competizioni rivolte al bacino di utenti dei 12 Comuni associati. Le postazioni. Le varie «palestre digitali» verranno dotate, complessivamente, di 45 postazioni connesse ad internet. Nell’ambito della realizzazione del progetto, domani, all’Edificio 13, si terrà un nuovo incontro, in presenza, con i soggetti attivi dell’iniziativa, a cominciare dai sindaci delle amministrazioni aderenti, per raccogliere proposte dai singoli paesi. Nelle prossime settimane, inoltre, verranno comunicate, da ciascun paese, le modalità con cui i residenti e le imprese di ogni comune potranno contribuire in maniera attiva al decollo di «Innovation Lab». Gli studenti. Nell’iniziativa verranno coinvolti anche alcuni istituti superiori del territorio. Il Consiglio comunale di Legnago, nell’ultima seduta, ha infatti approvato all’unanimità la convenzione che dovrà essere sottoscritta con i dirigenti degli istituti cittadini Iss Silva-Ricci e liceo Cotta e con l’Isi Leonardo Da Vinci di Cerea. In base all’intesa, al Silva-Ricci verranno riconosciuti rimborsi per le spese sostenute nell’iniziativa, fino ad un massimo di 71.900 euro, così come il Cotta potrà ricevere fino a 15.100 euro ed il Da Vinci 19.300 euro. Le competenze. L’accordo, valido fino al 21 luglio 2022, impegnerà ciascun istituto a mettere a disposizione del progetto le proprie competenze, esperienze e professionalità per lo sviluppo di applicazioni e la programmazione di attività che spazieranno dalla formazione di potenziali «community leader» e «tutor» alla partecipazione a 15 incontri informativi, passando per la divulgazione nei confronti della popolazione. «Dobbiamo fornire ai nostri concittadini», ha detto il sindaco Graziano Lorenzetti, «strumenti e nozioni utili per rendere la cultura digitale finalmente accessibile a tutti».•.

Fabio Tomelleri