CHIUDI
CHIUDI

07.11.2019

Segnalatore anti-velocità scambiato per autovelox

Il nuovo segnalatore  DIENNEFOTO
Il nuovo segnalatore DIENNEFOTO

È stato istallato lunedì mattina, nel tratto di Regionale 10 che da Sanguinetto conduce a Nogara. E, mentre gli operai lo stavano ancora montando, si è scatenata una bagarre su social e chat private, al punto da indurre il Comune di Concamarise, che ha ricevuto anche diverse telefonate, a fare chiarezza. A smorzare gli animi ci ha pensato il sindaco-senatore Cristiano Zuliani, rammaricato nei confronti di chi si è scatenato sulla rete postando immagini di saccocce di soldi e accusando il municipio di voler fare cassa vessando gli automobilisti che già faticano ad arrivare a fine mese. «Non si tratta di un autovelox ma di un semplice segnalatore ottico che indica di rallentare», precisa Zuliani, «anche se in quel punto servirebbe davvero un autovelox, e lo valuteremo in futuro, perché chi esce da via Spolvarine, la strada che si immette sulla provinciale e che segna il confine fra Sanguinetto e Concamarise, rischia ogni volta la vita dato che sulla regionale le auto sfrecciano ad oltre i 130 km all’ora». Nessuna volontà, quindi, di aumentare le entrate comunali ma semplicemente una misura volta a tutelare la sicurezza, che non è stata però vista di buon occhio dagli automobilisti in transito. «Ora che sono uscito allo scoperto e che tutti sanno che non si tratta di un autovelox, spero in una presa di coscienza di chi transita in questa strada», osserva Zuliani. Il nuovo dispositivo non è fisso e potrà venire spostato per carichi con altezze eccezionali. Rientra in un piano di opere a favore della sicurezza stradale e del contenimento della velocità dei veicoli, che prevedeva anche altri tipi di intervento in via Canove. Ha un costo di 40mila euro ed è stato interamente finanziato con un contributo ministeriale della legge di bilancio 2019.

L.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1