CHIUDI
CHIUDI

19.01.2020

Via ai lavori per la passerella della Provinciale

Il tratto di Provinciale dove sarà realizzata la passerella DIENNE FOTO
Il tratto di Provinciale dove sarà realizzata la passerella DIENNE FOTO

Sabbion sarà presto più sicura per i pedoni e per i ciclisti. L’amministrazione comunale avvierà nei prossimi mesi, infatti, i lavori per la realizzazione di una passerella ciclopedonale, in affiancamento alla Provinciale 500, per attraversare in sicurezza il ponte sul Fratta e raggiungere il piazzale della chiesa di San Giovanni Battista. È stato approvato poco prima della fine del 2019, il progetto esecutivo per la costruzione di un ponticello in acciaio di 22 metri di lunghezza per le bici e i pedoni, oltre alla creazione di una banchina protetta da una cordonata rialzata che dal ponte condurrà verso la chiesa della frazione di Cologna. Verrà inoltre sistemato un tratto dell’argine destro del Fratta per consentire il passaggio delle persone. «L’obiettivo finale è quello di collegare il nuovo percorso a via Sant’Apollonia, garantendo così un passaggio in sicurezza in direzione ovest», spiegano dall’ufficio tecnico comunale. «Per ora non possiamo avviare l’intervento in via Sant’Apollonia, perché Arica deve prima terminare i lavori del prolungamento del tubo collettore, che dovrà passare proprio in questa zona». La passerella in acciaio sarà completamente autonoma rispetto al ponte stradale sul Fratta e disterà dalla strada 4 metri. L’impiego di micropali per le fondazioni consentirà di lavorare all’esterno dell’alveo del fiume. L’opera ha già ottenuto il via libera della Soprintendenza e non incide sul libero deflusso delle acque del torrente. Nella pista ciclopedonale in affiancamento alla Sp 500 verranno installati quattro nuovi punti luce. L’opera costa 350 mila euro, 245 mila saranno fondi propri del Comune e 105 arriveranno invece da Arica. La gara d’appalto si svolgerà in questi giorni. Sono sospesi ancora per qualche settimana, invece, i lavori di riasfaltatura della Ba-Spe (Baldaria-Spessa), la strada di quasi quattro chilometri che collega le due frazioni a nord di Cologna. L’impresa «Castellin» di Padova, appaltatrice dell’opera, è riuscita a portare a termine con difficoltà metà dei lavori, a causa delle continue piogge autunnali. A metà dicembre l’intervento è stato interrotto per non lasciare i residenti in mezzo a buche e fango durante le feste di Natale. Il cantiere verrà riaperto non appena le temperature saliranno di qualche grado. Sempre in tema di opere pubbliche, è arrivata finalmente dalla Soprintendenza la prescrizione sui lavori di realizzazione della rotonda di Sant’Apollonia. Il capitello della santa non dovrà essere demolito e ricostruito per lasciar posto al rondò, dovrà viceversa essere spostato così com’è e posizionato in una zona più sicura. •

Paola Bosaro
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie