CHIUDI
CHIUDI

09.08.2016

Crolla libreria
alle scuole medie
Insegnante ferita

Le scuole medie di Cologna
Le scuole medie di Cologna

Libreria crolla su un’insegnante: attimi di paura e concitazione alle medie «Dante Alighieri». Sembra non aver pace l’istituto che ospita la secondaria di primo grado di Cologna. Da tre anni è oggetto di un complesso intervento di messa in sicurezza e ristrutturazione – non ancora concluso - per cui sono stati spesi finora oltre due milioni di euro. A fine luglio, anche se la notizia si è diffusa soltanto in questi giorni, un incidente accaduto ad una professoressa nell’aula di musica ha di nuovo alzato il livello della tensione e della preoccupazione dei genitori.

Le lezioni scolastiche erano già finite da alcune settimane, ma un’insegnante aveva comunque offerto spontaneamente la propria disponibilità per aiutare nelle operazioni di sgombero di alcune aule, nelle quali con tutta probabilità si sposterà in autunno il cantiere per il miglioramento sismico del plesso. La docente aveva il compito di selezionare in una vecchia e pesante libreria in legno, situata nell’aula di musica, i libri che sarebbero stati mantenuti per la didattica e quelli non più ritenuti idonei per la formazione degli alunni perché troppo obsoleti oppure rovinati. All’improvviso, per cause ancora da accertare, un pezzo di libreria non fissato alla parete è caduto addosso alla malcapitata, schiacciandola a terra. L’urlo dell’insegnante è stato sentito in tutta la scuola e sono accorsi alcuni colleghi e bidelli a soccorrere la sventurata, ferita e spaventata, rimasta incastrata sotto pesanti ripiani in legno massiccio. Una volta liberata, la donna si è recata a farsi medicare. Il colpo più forte l’ha ricevuto in testa.

Fortunatamente, le ferite non erano gravi, anche se il rischio che la disavventura avesse conseguenze drammatiche è stato grande. La professoressa ha inviato tutta la documentazione sull’infortunio patito all’assicurazione (Inail) e non dimenticherà facilmente quanto le è accaduto. Intanto, il preside Lauro Molinaroli ha deciso di mobilitarsi per chiedere una verifica dello stato di sicurezza degli arredi dell’istituto. «Ho inviato alcune richieste in municipio, tra cui quella di controllare se vi siano armadi o scaffali che potrebbero presentare problemi di ancoraggio e stabilità, tuttavia escludo che esistano problemi di sicurezza per i ragazzi», afferma il dirigente scolastico. In ogni caso, prima di partire per le ferie estive, Molinaroli ha fatto affiggere sulla porta di ingresso un cartello in cui invita tutto il personale della scuola a non toccare il mobilio, «fintantoché non siano state effettuate dal Comune le opportune verifiche degli ambienti scolastici».

Alcuni genitori sono ancora arrabbiati perché ritengono che «sull’accaduto ci sia stato troppo silenzio» e, inoltre, temono per l’incolumità dei loro figli. Ma il sindaco Manuel Scalzotto ribatte: «È successo un incidente, certo, però sostenere che la scuola non sia sicura mi sembra esagerato. Non enfatizziamo oltremisura quello che rimane un episodio sfortunato». Comunque, assicura che «il Comune farà quanto ha chiesto il dirigente, visto che la collaborazione con la scuola è una priorità fin dal mio insediamento». Tra le richieste della dirigenza vi è anche l’acquisto delle tende per le finestre di alcune aule e il miglioramento della rete wireless per le connessioni internet.

Paola Bosaro
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1