Certamen Catullianum
Lorenzo sale sul podio

 Lorenzetti con la sua insegnante
Lorenzetti con la sua insegnante
 Lorenzetti con la sua insegnante
Lorenzetti con la sua insegnante

Il miglior studente della provincia di Verona al «Novum Certamen Catullianum», il concorso di interpretazione critico-letteraria dei componimenti di Catullo rivolto agli studenti del triennio dei licei di tutto il Veneto, arriva da Cerea. L’undicesima edizione della competizione lanciata nel 1967 dal professor Lanfranco Vecchiato, interrotta e poi ripresa nel 2006, ha visto trionfare Gianluigi Bernardi del liceo «Antonio Pigafetta» di Vicenza. Argento per Giulia Fattorini del liceo «Bocchi Galilei» di Adria e terzo classificato Lorenzo Lorenzetti del «Leonardo da Vinci» di Cerea. Le premiazioni si sono tenute a Lazise. I primi due provengono da un liceo classico a differenza di Lorenzetti che viene invece dallo scientifico: tutto ciò rende quindi ancora più significativo questo traguardo. In gara c’erano 71 studenti. «Sinceramente non me l’aspettavo», esordisce il liceale, «ho partecipato per divertimento e sono contento di questo risultato».

A scuola Lorenzo è molto bravo, ha la media del 9 e sta preparando uno tesina per la maturità su Gilles Deleuze, un filosofo contemporaneo. «Proseguirò i miei studi all’università di Milano iscrivendomi a filosofia», confida il 18enne. Per partecipare al concorso Lorenzo è stato seguito dall’insegnante di lettere Elena Spanti. F.S.