CHIUDI
CHIUDI

10.07.2019

Violento impatto: tre fratelli restano feriti

Il Fiat Ducato su cui viaggiavano i tre fratelli rimasti feriti DIENNEFOTO
Il Fiat Ducato su cui viaggiavano i tre fratelli rimasti feriti DIENNEFOTO

Una monovolume travolge un furgone in via Marconi, nel centro di Cerea. L’impatto è talmente violento che il Fiat Ducato carambola sulla carreggiata per poi terminare la sua corsa ribaltandosi su una fiancata. Con l’effetto di incastrare all’interno dell’abitacolo il conducente e due passeggeri, tre fratelli di origine bosniaca, residenti nella città del mobile. I quali, fortunatamente, se la sono cavata, oltre che con un grosso spavento, con ferite e contusioni di lieve entità. Il conducente dell’altro veicolo coinvolto nell’urto, una Ford Galaxy, è rimasto invece illeso. È questa la sintesi dell’incidente stradale accaduto all’alba di ieri all’angolo con via Mazzini, all’altezza di in un incrocio regolato da un semaforo, a quell’ora lampeggiante, teatro di continui scontri. Erano le 5.50 quando - in base ad una prima ricostruzione al vaglio dei carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile di Legnago intervenuti sul posto con i vigili del fuoco e il personale del 118 - si è verificata la collisione imputabile, a quanto sembra, ad una mancata precedenza. L’unica certezza è che la Ford, proveniente da via Mazzini e condotta da L.R., un cittadino marocchino di 48 anni residente a Veronella, ha centrato in pieno il furgone che dal centro di Cerea viaggiava in direzione di via Mantova, lungo la Regionale 10. A bordo c’erano i tre fratelli, tutti con le stesse iniziali, S.I., rispettivamente di 41, 40 e 38 anni. Il Ducato è ruotato su se stesso per poi rovesciarsi ed intrappolare tra le lamiere conducente e passeggeri. Tanto che per estrarli i pompieri di Legnago hanno dovuto lavorare con le cesoie. Fortuna ha voluto, che una volta liberati, le loro condizioni si sia rivelate meno gravi di quanto avevano temuto inizialmente i soccorritori. I tre fratelli sono stati trasferiti in ambulanza al Pronto soccorso del «Mater salutis» mentre la pattuglia del Norm completava i rilievi e regolava la circolazione. La strada è rimasta infatti bloccata circa un’ora e mezza fino a quando sono stati rimossi i due veicoli incidentati. I carabinieri hanno fatto intervenire in via Marconi anche i tecnici della società specializzata «Sicurezza Ambiente» per ripulire l’asfalto dai detriti e dall’olio sversato durante l’impatto allo scopo di tutelare l’incolumità degli altri mezzi in transito. •

STE.NI.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1