CHIUDI
CHIUDI

18.09.2019

Venerdì i funerali di Dusi Un anno fa era morta in auto anche sua cognata

Matteo Dusi con la moglie Marika Pradella
Matteo Dusi con la moglie Marika Pradella

Si svolgeranno venerdì 20 settembre, alle 15, nella chiesa parrocchiale di San Vito di Cerea i funerali di Matteo Dusi, il 47enne consulente finanziario della Mediolanum morto in un incidente stradale venerdì scorso. L’uomo, al volante della sua Mercedes Classe A, è uscito di strada autonomamente schiantandosi contro un muro in via Stazione, a Ca’ di David. All’arrivo dei soccorritori, purtroppo, per lui non c’era più nulla di fare. Oltre alla moglie Marika Pradella, dipendente della filiale ceretana del Banco Popolare, e alle figlie Isabella e Maria Vittoria di 11 e cinque anni, Dusi lascia anche altre due figlie nate dal primo matrimonio, Giulia e Giorgia, rispettivamente di 24 e 17 anni. Originario di Engazzà di Salizzole, dove era molto conosciuto, Dusi da otto anni viveva con Marika a San Vito di Cerea e da sei anni i due erano sposati. «Era la mia metà perfetta», dice la moglie nel ricordarlo, «ogni giorno trovava un modo nuovo per confermarmelo, amava la sua famiglia ed era innamorato delle sue bambine». Ma Dusi era anche «un bravo professionista, riservato, che aveva a cuore i suoi clienti». «Il giorno dell’incidente stava andando ad un pranzo di lavoro a Verona con uno di loro», ricorda la moglie. La famiglia Dusi già nel 2018 era stata colpita da un grave lutto. Monia Nalin, 46 anni, moglie di Luca, fratello di Matteo Dusi, era deceduta infatti a luglio dopo essere finita fuori strada al volante della sua Alfa 147 in via Pezze Lunghe, a Pojana Maggiore, nel Vicentino. Anche in questo caso si era trattato di un incidente che non aveva coinvolto altri veicoli. Domani, alle 20.30, nella chiesa di San Vito, si reciterà un altro rosario in ricordo dell’uomo. Per il funerale la famiglia chiede di non inviare fiori ma offerte per il «Grande cuore di Moreno» di Verona. L’associazione si occupa di assistenza e ricerca in favore di bambini con cardiopatie congenite. «Seguendo la sua filosofia di vita e visto che in passato nella nostra famiglia abbiamo avuto questo genere di problema», dice la moglie di Dusi, «chiediamo di sostenere questa associazione, Matteo era una persona sempre pronta ad aiutare il prossimo». Al termine del funerale, il 46enne sarà seppellito nel cimitero di Engazzà.

F.S.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1