CHIUDI
CHIUDI

23.05.2019

Minacciò assistente sociale Condannato un pensionato

Udienza nell’ufficio del giudice di pace all’Area Exp di Cerea
Udienza nell’ufficio del giudice di pace all’Area Exp di Cerea

Aveva minacciato verbalmente l'assistente sociale perché non voleva che i suoi soldi fossero gestiti da un amministratore di sostegno. E per questo era stato denunciato. Il giudice di pace di Legnago, Valeria Licata, ha condannato nei giorni scorsi F.B., pensionato di Asparetto di Cerea, al pagamento di una multa di 400 euro, oltre al versamento delle spese processuali, per il reato di minaccia commesso nei confronti di C.B., assistente sociale del municipio della città del mobile. I fatti contestati all’anziano si sono verificati nel marzo 2016, quando il pensionato venne convocato in Comune ad un incontro con i due assistenti sociali dell'ente e l'amministratore di sostegno. Fu in quell’occasione che l'uomo si rivolse a C.B. con frasi minatorie, ripetute più volte. Parole pronunciate dal pensionato per protestare per la maniera in cui era stato trattato. Nell'udienza dello scorso novembre, a tal proposito, era stata sentita come teste la collega di C.B., presente al colloquio con l’anziano. Dal canto suo, il pubblico ministero Giusy Bisceglia, dopo aver ricostruito la vicenda, ha chiesto la condanna del pensionato a mille euro di multa, con l'applicazione di tutte le attenuanti generiche. Il difensore di F.B., l'avvocato Stefania Katia Migliori, ha invece rimarcato come il pensionato, «nonostante fosse seguito dai Servizi sociali fin dal 2001, non abbia ricevuto alcun sostegno psicologico». Inoltre, quando scoppiò la lite con l'assistente sociale, il suo assistito «si trovava in una situazione di estremo disagio, visto che era stato recentemente colpito da un lutto familiare».

F.T.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1