CHIUDI
CHIUDI

10.02.2020

In marcia per salvare «Le Vallette»

In marcia per difendere il parco naturalistico Le Vallette  FOTOSERVIZIO DIENNE
In marcia per difendere il parco naturalistico Le Vallette FOTOSERVIZIO DIENNE

Duecentocinquanta persone si sono date appuntamento ieri mattina all’ingresso del parco naturalistico «Le Vallette» in via Menago per un corteo di protesta pacifico, sorvegliato a distanza da due pattuglie dei carabinieri di Cerea e da uomini della Digos, contro il taglio di una quarantina di alberi all’interno del polmone verde di Cerea. Promotore della manifestazione è stato il comitato Bosco Vallette guidato dai portavoce Dani Costi e Anna Signoretto, entrambi residenti a Cerea, associazione nata pochi giorni proprio con lo scopo di riunire le anime contrarie all’intervento previsto dall’amministrazione comunale. Quest’ultima, ha investito 350 mila euro per la realizzazione di un punto informativo possibile sede di associazioni, un parcheggio, l’abbattimento di barriere architettoniche e nuova illuminazione nell’area verde cittadina. Un intervento su cui, nonostante il passaggio del progetto in consiglio comunale, non era ma stato discusso il consistente taglio di arbusti, molti dei quali sani. Armati di cartelli a difesa dell’ambiente e di ironia – come il simbolo del Comune dove è presente un vecchio cerro, tagliato con una motosega elettrica – il corteo si è recato sulla passerella che attraversa il fiume Menago e si è poi spostato davanti alla transenna che blocca l’accesso al cantiere dove sono in corso i lavori. Durante il tragitto non sono mancati momenti dedicati alla natura con poesie e canzoni. «Il disboscamento compiuto nel parco», ha spiegato Costi ai presenti, «ci ha convinto a riunirci in un comitato, non c’è stata una preventiva ed esaustiva comunicazione ai cittadini di quanto si sarebbe fatto». «Siamo convinti», ha aggiunto Costi, «che a Cerea occorra un cambio di rotta sulla visione del verde pubblico. Ci impegneremo affinché decisioni drastiche come questo disboscamento siano prese solo dopo una seria e attenta valutazione ambientale». Ma non solo, perché i rappresentanti del sodalizio annunciano anche che vigileranno attentamente sulla reale riqualificazione dell’area. «Solo nel tardo pomeriggio di sabato è apparsa sui social una grafica che parla di 81 alberi che verranno piantati con un’altezza media che andrà dai 5 agli 8 metri», sottolinea Costi per poi annunciare l’intenzione di confrontarsi con l’amministrazione per chiedere di «ridiscutere nelle dimensioni l’area destinata ad ospitare 26 posti auto». Alla manifestazione erano presenti anche il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Manuel Brusco e i consiglieri d’opposizione Paolo Bruschetta e Alessia Rossignoli, con quest’ultima che ha annunciato che la questione sicuramente approderà in consiglio comunale. Infine, i portavoce del comitato prendono le distanze dal danneggiamento all’auto del vicesindaco Lara Fadini che ha la delega all’Ecologia. Quest’ultima venerdì scorso si è recata dai carabinieri di Cerea per sporgere denuncia contro ignoti dopo aver scoperto ammaccature e strisce alla portiera laterale della sua auto. Per le forze dell’ordine l’episodio sarebbe da ricondurre a una manovra azzardata da parte di un altro veicolo, ma Fadini non ha mancato di esprimere le proprie perplessità. «Ci sentiamo profondamente offesi da queste illazioni», dicono i portavoce del comitato, «ed esprimiamo tutta la nostra solidarietà al vicesindaco. A nome di tutti i componenti del Comitato dichiariamo la nostra assoluta estraneità». Infine, al sindaco Marco Franzoni che accusa apertamente i contestatori del taglio degli alberi di aver messo in atto «una strumentalizzazione politica con fake news e bufale sui social», i promotori del comitato replicano ricordando di essere «un gruppo totalmente apartitico, senza interessi per i dissapori partitici locali, chiediamo solo maggiore dialogo e trasparenza per il benessere dei cittadini e della città in cui viviamo». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesco Scuderi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie