CHIUDI
CHIUDI

05.07.2019

«Flik Ballet», cinque ragazzine contro la violenza sulle donne

Il quintetto di ballerine «Flik Ballet» protagonista a Villafranca
Il quintetto di ballerine «Flik Ballet» protagonista a Villafranca

Domenica sera, nella seconda tappa dei «Talenti ne L’Arena», ospitata a Villafranca, era impossibile non notare quel gruppetto di ragazzine con il viso pieno di lividi. Un gioco di trucco, certo, ma l’effetto visivo aveva un impatto fortissimo. Si trattava di Francesca, Irene, Martina, Giulia e ancora Irene. Un quintetto di ballerine della «Flik Ballet» arrivato a Villafranca sia per proporre la propria esibizione, ma anche per lanciare un messaggio forte e molto attuale: la violenza sulle donne. Nel ballo neoclassico, proposto alla giuria e al folto pubblico presente in piazza, la scuola di danza di Cerea ha voluto unire l’aspetto sociale a quello sportivo. Hanno tutte dai 12 ai 14 anni, ma l’argomento trattato è stato analizzato, e discusso, prima di essere portato sul palcoscenico. «Vogliamo dare un segnale forte», racconta la giovanissima Martina. «È un modo anche per aiutare chi è in difficoltà e il trucco dà ancora più forza al messaggio che vogliamo lanciare», spiega. Infatti, gli ematomi e i lividi intorno alla bocca o vicino agli occhi, oltre a quelli sulla fronte e sparsi su tutto il viso, creavano anche solo visivamente un fortissimo impatto. Ancor prima, mentre le ragazze stavano facendo gli ultimi preparativi e indossavano lunghi vestiti turchese, che la musica iniziasse a diffondersi nell’aria della calda piazza, tappa del secondo appuntamento con lo show targato Telearena. Ma c’è di più perché quella che è stata un’esibizione ricca di significati trasversali ha avuto anche un risvolto strettamente legato al ballo. Ovvero la necessità e la voglia di promuovere, in eventi così seguiti, la danza classica che, come spiegano le accompagnatrici della «Flik Ballet», negli ultimi anni sta perdendo il suo seguito e l’attenzione che merita. Quella delle cinque ballerine è stata una lunga preparazione: «Ci alleniamo per questo tipo di esibizioni dallo scorso gennaio». E il risultato è stato una performance entusiasmante che ha scaldato i cuori del numeroso pubblico assiepato sotto il palco. A settembre, inoltre, la scuola di danza, pur facendo sempre base a Cerea, si sposterà per espandersi, con iniziative itineranti e legate soprattutto ai ballerini più giovani, sia a Legnago che a Nogara. •

Nicolò Vincenzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1