CHIUDI
CHIUDI

08.02.2020

Epigrafi annunciano la morte del bosco

Gli alberi trasformati in legnaLe epigrafi affisse a Cerea dal «Comitato Bosco Vallette» DIENNE
Gli alberi trasformati in legnaLe epigrafi affisse a Cerea dal «Comitato Bosco Vallette» DIENNE

A poche ore dalla manifestazione annunciata dagli ambientalisti contro il taglio di una quarantina di alberi, voluto dal Comune di Cerea al parco naturalistico «Le Vallette», la polemica divampa. I membri del neonato «Comitato Bosco Vallette», che ha per portavoce il 35enne Dani Costi, operaio residente in città, affiancato da Anna Signoretto, 50 anni, anch’essa residente a Cerea, in questi giorni hanno affisso delle epigrafi in giro per il paese per annunciare «la morte del bosco e il suo funerale». «Con il finire del 2019», si legge nei manifesti listati a lutto, «è venuta a mancare anche la parte più suggestiva e rigogliosa del parco: il bosco di alberi pluridecennali che tanto ha allietato le nostre passeggiate. Ne danno il triste annuncio, il «Comitato Bosco Vallette», la fauna sfrattata, la flora deturpata e molti cittadini addolorati per la ferita inferta al parco. Si invita la popolazione a partecipare al corteo di commemorazione che si terrà domenica 9 febbraio, alle 10, nel parco». «Il gruppo», spiegano i portavoce, «intende avviare una riflessione sull’opportunità di intraprendere simili iniziative senza un serio coinvolgimento della cittadinanza, che si è vista privare di un bene comune, prezioso per l’ambiente, senza alcuna informazione preventiva». «Vogliamo raccogliere le istanze», proseguono, «di tutte le persone amareggiate e costernate per la deturpazione del Parco, allo scopo di chiedere la ricostituzione di un bosco di pari importanza e sollecitare la riduzione dell’area riservata al futuro parcheggio previsto dal Comune». Il progetto, approvato dalla maggioranza del sindaco Marco Franzoni, prevede che all’interno del parco siano realizzati uno spazio didattico con servizi igienici annessi (possibile sede di un'associazione per la tutela del parco stesso), una passerella di accesso e un parcheggio interno. L’intervento, condiviso con la Soprintendenza di Verona, si chiama «Slow Tourism nella pianura veronese», costa 350mila euro ed è coperto sia da fondi propri dell’ente che dai 200mila euro stanziati dall’Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura (Avepa). Un progetto che la maggioranza difende a spada tratta. Il sindaco ha già bollato come «strumentalizzazioni politiche» le recenti proteste, mentre il suo vice, Lara Fadini, delegata all’Ecologia, ha ribadito più volte che il taglio degli alberi è legato «ad una scelta dettata innanzitutto da ragioni di sicurezza per l'incolumità pubblica poichè l'area era spesso interessata dalla caduta di alberi». Per poi assicurare che, «al termine dei lavori, provvederemo a nuove piantumazioni controllate». A sostegno della maggioranza arriva anche l’endorsement del Comitato territoriale ceretano, un’associazione salita alla ribalta per le cosiddette «passeggiate romantiche» per le vie di Cerea guidata dall’ex consigliere comunale Ermes Pettene. «L'area in questione», afferma Pettene, «la conosciamo bene per averla più volte ripulita nelle giornate ecologiche e controllata di sera durante le nostre passeggiate. Possiamo testimoniare che era una zona dove regnavano incuria e degrado con alberi pericolanti, cespugli spinosi, dormitori di fortuna e rifugio di spacciatori». «Quello che l'amministrazione sta progettando nel parco», conclude Pettene, «per noi è una riqualificazione e non un disboscamento. Ci auguriamo che questo progetto faccia diventare il parco un polo attrattivo per tutta la pianura veronese». •

Francesco Scuderi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie