Centro anziani Casi sospetti tra operatori

Casi sospetti di contagio tra gli operatori della casa di riposo di Legnago. All’Ipab di corso della Vittoria è scattato ieri l’allarme Coronavirus. Le condizioni di salute di due operatori sociosanitari (Oss) che in questi giorni hanno accusato sintomi riconducibili al Covid 19, hanno suscitato allerta e apprensione nell’istituto che ospita 158 anziani. Per i due Oss, che dopo le prime avvisaglie della malattia si sono assentati dal lavoro, si è reso necessario il tampone per verificare la positività o meno al virus. Per avere l’ufficialità o meno dell’eventuale contagio si dovrà tuttavia attendere l’esito ufficiale dei test, che nella giornata di ieri non era ancora stato comunicato alla casa di riposo. Tale situazione ha causato apprensione fra il personale, composto da oltre un centinaio di persone tra infermieri, Oss, inservienti, educatori, assistenti sociali, fisioterapisti ed impiegati. Anche perché, oltre ai due recenti contagi ci sarebbe pure il caso di una terza persona asintomatica, un infermiere, che sarebbe a casa in quarantena fiduciaria. Dal canto suo l’avvocato Mario Verga, presidente dell’istituto, ha informato il sindaco Graziano Lorenzetti. Proprio per evitare che la possibilità che il virus potesse diffondersi tra gli ospiti, 15 giorni fa i vertici dell’Ipab avevano sospeso le visite dei parenti degli anziani. Verga, tuttavia, rassicura sulle condizioni degli ospiti: «Attualmente non c’è nessun anziano che presenti sintomi riconducibili a tale malattia».

F.T.