Castagnaro

Soppressi tre passaggi a livello. Si parte con quello di via Negri

Entro il 12 dicembre chiuderà in paese il primo collegamento ferroviario sulla linea Legnago - Rovigo
Il passaggio a livello di via Negri. Sarà smantellato a partire dal prossimo 12 dicembre
Il passaggio a livello di via Negri. Sarà smantellato a partire dal prossimo 12 dicembre
Il passaggio a livello di via Negri. Sarà smantellato a partire dal prossimo 12 dicembre
Il passaggio a livello di via Negri. Sarà smantellato a partire dal prossimo 12 dicembre

Sono tre i passaggi a livello che la Rfi spa, la rete ferroviaria italiana, in conformità con quanto previsto dalla legislazione speciale di riferimento, ha pianificato unilateralmente di sopprimere nel territorio comunale di Castagnaro (Vr) lungo la linea ferroviaria Legnago-Rovigo.

Tre interventi Il progetto di messa in sicurezza e risanamento acustico, che prevede la soppressione di passaggi a livello e, di norma, la successiva realizzazione di manufatti sostitutivi o deviazioni, toccherà prima quello al km 66+734, su via Ada Negri, che verrà chiuso entro il prossimo 12 dicembre, e in futuro, quelli di via Bongenti e via Stazione.

Proprio per evitare disagi alla popolazione, oltre che al traffico pesante che ogni giorno scorre su questa strada, il Comune, dopo diverse trattative, avviate sotto la precedente amministrazione del sindaco Andrea Trivellato e concluse ora sotto la Giunta di Christian Formigaro, è riuscito a siglare una specifica convenzione con Rfi che consentirà all'ente di realizzare tutte le opere compensative contando su un contributo di 500mila euro, erogato dalla stessa società.

Il documento, approvato in consiglio comunale con l'astensione del gruppo consiliare «Civicamente» di Maria Pia Valentini, prevede che la soppressione del passaggio a livello di via Negri avvenga per l'appunto entro il 12 dicembre. Entro questa data, il Comune si impegna ad emettere l'ordinanza di chiusura definitiva della strada in corrispondenza dello stesso passaggio, mentre Rfi provvederà alla soppressione mediante modifiche ai propri impianti, realizzando al contempo le recinzioni definitive della sede ferroviaria in corrispondenza del passaggio a livello soppresso. Il tutto «con contestuale demolizione della massicciata stradale e della relativa pavimentazione». 


Contributo al Comune

Entro 60 giorni dalla data di decorrenza dell'ordinanza di chiusura, Rete ferroviaria erogherà al Comune il contributo di 500mila euro utile agli interventi compensativi. «Ci siamo dati molto da fare per questo accordo», ha sottolineato il sindaco Formigaro, «perché la chiusura senza le opere avrebbe comportato grossi problemi alla viabilità. I lavori che il Comune eseguirà in sostituzione del passaggio a livello in procinto di venire smantellato consistono nella costruzione di una nuova strada. Per arrivare a ciò occorrerà prima modificare due intersezioni stradali con l'allargamento di due curve.

«Tutto ciò», ha spiegato Formigaro, «è finalizzato non solo a consentire il collegamento della rete viaria, interrotta con la chiusura del passaggio a livello, ma anche ad agevolare il transito dei mezzi pesanti». La consigliera Valentini ha osservato: «Anziché utilizzare i 500mila euro per la costruzione di una strada parallela a quella già esistente, sarebbe meglio sfruttarli per iniziare un sottopasso, utile all'intero paese, che a mio parere andrebbe realizzato davanti alla discoteca».

Accordo con Rfi Voto favorevole allo schema di convenzione è arrivato dal gruppo consiliare di minoranza «Lista civica Michele Sordo». Il quale, però, in una seconda seduta consiliare relativa all'approvazione delle delibera relativa al contributo per le opere compensative, ha dato un suo suggerimento in merito. «Quando verranno messe in atto anche le soppressioni degli altri due passaggi a livello», ha ribadito il consigliere Michele Sordo, «in paese rimarranno aperti solo quelli di via Capitello/Cimitero, via Basse e via Valle Castagnaro. Chiediamo perciò all'amministrazione comunale di farsi carico dell'apertura di una trattativa con Rfi, insieme a Provincia e Regione, per la costruzione di un sottopasso in sostituzione del passaggio livello lungo la strada provinciale di via Capitello/Cimitero».

«A nostro parere», ha concluso Sordo, «quest'opera è estremamente importante in quanto nel prossimo futuro i tre passaggi a livello superstiti comporteranno maggiori disagi a cittadini ed aziende, soprattutto in relazione ai lunghi tempi di attesa durante la chiusura degli stessi». Pur non escludendo un nuovo confronto, dopo quello già avvenuto, il sindaco ha però escluso la possibilità di realizzare il sottopassaggio «perché l'opera è considerata troppo onerosa sia da Rfi che dalla Regione». 

Elisabetta Papa