CHIUDI
CHIUDI

12.09.2019

Smart working, la frontiera del lavoro dipendente

Oggi all’auditorium in via Vescovado riprendono gli appuntamenti dedicati alle imprese organizzati dal Comune di Bovolone e dal gruppo di lavoro Imprese in movimento. Il gruppo, coordinato dalla consigliera con delega alle attività produttive Mariateresa Burato, è formato da imprenditori e volontari: organizza eventi formativi professionali dando la possibilità alle aziende del territorio di sviluppare competenze nuove. Alle 18.30 tavola rotonda con Enrico Bassi, HR Ball Beverage Nogara, Federica Mirandola, imprenditrice e presidente di Apidonne, Giovanni Petrucci, psicologo del lavoro, Chiara Maffioli, HR e imprenditrice, Ferrari Alessandro, imprenditore. Modera Maria Cristina Caccia, giornalista pubblicista e formatrice Aif. Il tema è quello della conciliazione tra vita professionale e personale. Il punto di partenza è l’uomo al centro di impegni e doveri, ma anche di diritti ed esigenze individuali. Un modello molto acclamato e anche criticato è quello dello smart working o lavoro agile, che, nell’ordinamento italiano, è stato definito come una modalità del rapporto di lavoro subordinato stabilita mediante accordo tra le parti, anche con forme di organizzazione per fasi, cicli e obiettivi e senza precisi vincoli di orario o di luogo di lavoro, con utilizzo di strumenti tecnologici. Quali esempi sul nostro territorio di iniziative imprenditoriali doi questo tipo? Su questo interrogativo, e su quanto sia da investire in questo, si dialogherà con esponenti dell’imprenditoria, psicologi del lavoro, per comprendere la fattibilità e l’utilità di attuare modelli virtuosi di gestione del rapporto di lavoro, che considerino l’uomo, e non soltanto la produttività. Meglio allora puntare su collaboratori motivati, in grado di dare il massimo delle loro potenzialità e fiduciosi di poter esprimere il proprio talento in modo flessibile e riconosciuto, ristabilendo un equilibrio tra il fare e l’essere. •

F.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1