CHIUDI
CHIUDI

22.11.2019

Sessanta bersaglieri invadono il centro alla festa provinciale

Marco Cavallaro
Marco Cavallaro

Bovolone sarà invasa dai «fanti piumati». Domenica 24 novembre, infatti, la città del mobile ospiterà una sessantina di bersaglieri, in rappresentanza delle 12 sezioni scaligere dell’Associazione nazionale bersaglieri attive in provincia. Il raduno, che inizierà alle 11.30 con la messa nel duomo di San Giuseppe, è stato organizzato dalla sezione provinciale dell’Anb, presieduta dal 2010 dal bovolonese Marco Cavallaro. Dopo il rito, la festa si sposterà al centro sociale di contrada San Pierino dove, alle 12.45, si svolgerà il pranzo sociale, a cui parteciperanno anche amministratori municipali. «Durante la messa», evidenzia Cavallaro, «ricorderemo due giovani bersaglieri di Bonavigo scomparsi il 26 novembre 1976 mentre prestavano il servizio di leva in Sardegna. Si tratta di Ercole Quinto e Giancarlo Pavan. Entrambi morirono, assieme ad altri tre commilitoni, a causa di un’automobile che li investì al termine di una marcia, mentre rientravano al centro di addestramento di Teulada (Sud Sardegna)». Tra le attività che hanno contraddistinto a livello provinciale l’Anb vi è stata la partecipazione ai raduni nazionali del sodalizio. «Particolare», sottolinea Cavallaro, «è stato quello organizzato nel maggio del 2018 a San Donà di Piave (Venezia). In occasione del centenario della fine della prima guerra mondiale l’esercito ha difatti costruito un ponte sul fiume sacro alla Patria sul quale sono transitati tutti i gruppi compresa la nostra rappresentativa provinciale». «Tra i nostri prossimi impegni», annuncia Cavallaro, «ci sarà la raccolta di cibi per il Banco alimentare: i nostri volontari saranno presenti sabato 30 novembre in supermercati». •

F.T.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1