CHIUDI
CHIUDI

10.09.2019

Rissa a colpi di mazze di notte Coinvolte 7 persone, 3 arresti

Sul posto, sono intervenuti i carabinieri di Bovolone oltre ai colleghi del Radiomobile di Villafranca
Sul posto, sono intervenuti i carabinieri di Bovolone oltre ai colleghi del Radiomobile di Villafranca

In tre hanno iniziato a discutere in un bar. Poi sono usciti, hanno continuato a dialogare con il volume delle voci sempre più alto fino ad arrivare alle vie di fatto con tanto di colpi di mazza. Il bilancio parla chiaro: tre arresti e gli stessi tre feriti con contusioni guaribili in sette giorni, coinvolte altre quattro persone intervenute per placare gli animi e dividere i contendenti. L’epilogo della violenta lite è arrivato solo ieri mattina in tribunale alla fine della direttissima: i tre protagonisti della maxi zuffa, accusati di lesioni, hanno patteggiato la pena con una multa e sono tornati in libertà. Non sarà facile dimenticare la nottata di ieri per i residenti di piazza Scipioni e dintorni a Bovolone. La zuffa si è verificata poco dopo le una e il trambusto è continuato ancora per diverso tempo fino a quando i carabinieri non hanno prima portato in caserma i tre contendenti e poi li hanno arrestati e in quella piazza è tornata la calma. Tra i tre contendenti, tutti nord africani, in due sono privi del permesso di soggiorno. La loro situazione è stata comunicata all’ufficio migranti della Questura di Verona che nelle prossime ore procederà a preparare il foglio di via per i due irregolari. Il terzo, invece, è domiciliato a Bovolone. Hanno tutti tra i 25 e i 35 anni e fino a ieri non era emerso che cosa ha fatto scatenare la violenza tra i tre poi finiti in manette anche perchè ai carabinieri non risulta che i tre fossero in uno stato di alterazione, determinato da un’abbondante bevuta di alcol. La lite è iniziata in un bar di Bovolone. I tre hanno iniziato a discutere animatamente e poi, una volta usciti dal locale, hanno continuato alzando notevolmente il volume della voce. La situazione è precipitata poco dopo quando i tre hanno raggiunto un cantiere dove hanno raccolto delle mazze di legno e hanno iniziato a colpirsi vicendevolmente. Sono stati prima i loro amici e poi i carabinieri della stazione di Bovolone insieme ai colleghi del Radiomobile di Villafranca, intervenuti dopo la telefonata al 112, a dividerli e ad evitare che le conseguenze per i tre magrebini potessero essere ben peggiore. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1