CHIUDI
CHIUDI

20.07.2019

Incontro per ricordare lo sbarco sulla luna

La storica passeggiata di Neil Armstrong sul suolo lunare
La storica passeggiata di Neil Armstrong sul suolo lunare

L’epocale «primo passo» dello sbarco sulla luna verrà rievocato oggi alle 21 nell’auditorium della biblioteca civica in via Vescovado a Bovolone: una commemorazione a 50 anni esatti attraverso la storia, la scienza e la poesia nel corso di una serata nella quale verranno ripercorsi gli eventi che portarono l'uomo sulla Luna. In occasione dell’anniversario dell’allunaggio l’associazione Cultura aperta, in collaborazione con il Circolo aeronautico del 72 e con l’Assessorato alle politiche giovanili e culturali del comune di Bovolone, propone una serata nella quale rivivere sia l’importanza della Luna per l’uomo che tutti gli eventi che hanno preceduto e che sono seguiti all’allunaggio degli astronauti americani. Anche l’ambiente aiuterà a viaggiare nello spazio e nel tempo: per rendere tutto più suggestivo e accogliente saranno esposti alcuni piccoli oggetti e immagini riguardanti l’allunaggio del 1969 e la Luna nella nostra cultura. A tutto ciò si aggiunge il patrocinio della Nasa. Sarà insomma un appuntamento simbolicamente collegato a tutti gli accadimenti mondiali di quella svolta epocale. Spiegano gli organizzatori: «Due astronauti della missione Nasa Apollo 11, Neil Armstrong e Buzz Aldrin, toccarono il suolo lunare e, con loro, milioni di persone che nel mondo seguivano la diretta dell’evento, trasmessa nelle televisioni o alla radio, si sentirono un’unica Umanità protagonista della storia, della propria storia». Sul palco si avvicenderanno Federica Fasani, studentessa di Storia all’Università di Padova che narrerà il contesto storico prima della missione e come questo mutò in seguito al 1969, Alessio Meuti, che si occuperà della preparazione alla missione degli astronauti e della parte tecnica e scientifica della missione, Francesco Di Lauro e Cassandra Fraccaroli, i quali mostreranno l’importanza della Luna nella cultura dell’uomo attraverso la lettura di poesie conosciute o scritte da loro stessi. A condurre la serata sarà Emanuele De Santis, responsabile di Cultura aperto e ideatore dell’iniziativa. Inoltre, dato il desiderio di valorizzare i giovani, parteciperanno anche Denis Merlo, con l’esposizione di un quadro sul tema della serata, e Maria Grazia De Santis, che ha ideato e preparato un particolare abito indossato da uno dei relatori della serata. Giovani e adulti uniscono il proprio sapere per raccontare ciò che di meraviglioso è accaduto 50 anni fa in tutte le sue diverse sfumature. L’iniziativa ha avuto il pieno appoggio dell’amministrazione comunale. •

RO.MA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1