CHIUDI
CHIUDI

21.11.2019

Convenzione tra Comune e Ulss 9 sull’obitorio

Una nuova convenzione siglata con l’Ulss 9 Scaligera permetterà al Comune di Bovolone di continuare a fornire il servizio «di accoglimento e custodia delle salme» anche senza disporre di un proprio obitorio. A termini di legge i Comuni devono infatti avere un obitorio: quello del cimitero monumentale di via Madonna non è però più idoneo ada tempo a questo utilizzo. Avrebbe bisogno di un rifacimento completo ed è comunque privo della necessaria presenza di personale adibito alla sorveglianza. Da qui la necessità di usare l’obitorio situato all’ospedale San Biagio grazie ad un accordo con l’Ulss 9 valido dal 2020. Lo schema è stato già approvato dalla Giunta del sindaco Emilietto Mirandola. Grazie a questa soluzione, il Comune può garantire la disponibilità di locali per alcune circostanze previste dalla legge: salme di persone decedute in abitazioni inadatte ad allestire la camera ardente, oppure defnute in in spazi pubblici come vie e piazze, o nei casi in cui si renda necessario l’esposizione al pubblico della salma per il necessario riconoscimento. In media rientrano in questa casistica circa 25-30 decessi all’anno. L’accordo comporta una spesa per ogni salma di 250 euro, Iva esclusa. •

RO.MA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie