CHIUDI
CHIUDI

19.01.2020

Bovolone Attiva, meno servizi «Ma la bolletta non cala mai»

La app di Bovolone Attiva sullo smartphoneMuri colorati con spray, Bovolone Attiva non dovrà più occuparsi della loro pulizia
La app di Bovolone Attiva sullo smartphoneMuri colorati con spray, Bovolone Attiva non dovrà più occuparsi della loro pulizia

Cambiano il contratto di servizio e la carta dei servizi di Bovolone Attiva srl, la società a capitale pubblico incaricata del servizio di raccolta dei rifiuti. Gli articoli del contratto cambiati riguardano alcuni interventi particolari, come la pulizia dei muri imbrattati e il recupero di rifiuti tossico nocivi, che sono stati esclusi dai servizi dovuti da Bovolone Attiva. Un secondo articolo riguardava la gestione del ricavato dalla vendita dei rifiuti della raccolta differenziata. Ma su questo tema la discussione è stata tutt’altro che pacifica e dai banchi dell’opposizione è partita una denuncia ben precisa: «La verità è che tutta la fatica che viene fatta per la raccolta differenziata non verrà premiata da alcuna riduzione in bolletta». A sollevare il problema, nell’ultimo Consiglio comunale, sono stati i consiglieri del M5s Enrico Scipolo e Michele Perazzani che hanno manifestato le loro contestazioni al momento del voto sulle modifiche del contratto con Bovolone Attiva. Nel mirino delle opposizioni anche alcuni ritocchi, e qualche errore, anche nella Carta dei servizi. Le critiche sono state però rispedite al mittente dalla maggioranza del sindaco Emilietto Mirandola e dalla stessa direzione di Bovolone Attiva. Le valutazioni sono state giudicate «del tutto infondate». Sul punto, il M5s si è trovato isolato in quanto la Lega non l’ha appoggiato al momento del voto mentre hanno votato a favore Chiara Tessarolo (Pd) e un altro consigliere, Enzo Buratto, seduto nei banchi della maggioranza. Buratto infatti è spesso in aperto disaccordo con la lista Mirandola Sindaco nella quale è stato eletto. Le modiche proposte al contratto di servizi, secondo i consiglieri del Movimento 5 Stelle, erano «peggiorativi per l’utenza» e avrebbero anzi ripercussioni negative nella bolletta. Il primo dei cambiamenti elimina alcuni servizi tra quelli dovuti da Bovolone Attiva alla cittadinanza, come quelli di ripulire imbrattamenti murali e di rimuovere rifiuti pericolosi abbandonati. Così facendo, però, i costi ricadono sul Comune e quindi su tutti i cittadini, hanno sostenuto le opposizioni. Inoltre, sempre secondo i consiglieri M5s, con l’altro emendamento il ricavo dalla vendita della raccolta differenziata invece di essere utilizzato per ridurre la tariffa viene incamerato da Bovolone Attiva. Su questo, la direzione di Bovolone Attiva, attraverso l’amministratore unico Carmela Crisafulli, ha ribattuto che le modifiche del contratto di servizio «fanno chiarezza su punti finora controversi e non apportano alcuna modifica sostanziale per il Comune e quindi per i cittadini»; Crisafulli ha anche rassicurato che eventuali ricavi dalla vendita dei materiali saranno inseriti nel piano finanziario, così da diminuire la Ta.ri, la tariffa rifiuti. Le critiche sono state respinte anche dall’assessore Claudio Casagrande che ha ammonito i consiglieri: «Cosa succederebbe se dovessimo perdere questa nostra società che funziona bene e arrivasse una sola ditta che si occupa di tutto il bacino sud della Provincia?». Finora, tuttavia, gli alti e bassi delle quotazioni di carta, vetro e ferro non hanno permesso di abbassare l’importo della tariffa del servizio che deve coprire al 100 per 100 i costi. A beneficiare di un leggero ribasso in bolletta sono state solo le imprese, per una politica tariffaria orientata a non gravare sul mondo produttivo in periodi di crisi. •

Roberto Massagrande
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie