CHIUDI
CHIUDI

31.01.2020

Apre «Villa Gabriele» Disabili più autonomi

L’appartamento ristrutturato dalla cooperativa in via Franco Cappa
L’appartamento ristrutturato dalla cooperativa in via Franco Cappa

Verrà presentato e inaugurato domani, alle 10.30, in via Franco Cappa a Bovolone, «Villa Gabriele», progetto in memoria di un giovane disabile prematuramente scomparso. Si tratta di un appartamento al pianterreno acquistato e ristrutturato dalla cooperativa «Il Focolare» destinato ad accogliere persone in giovane età ma non autonome che avrà una duplice funzione. La prima, ospitare per esperienze periodiche di vita separata dalle famiglie di origine tre persone con disabilità, allo scopo di sperimentare un’esistenza indipendente. La seconda, garantire una stabile residenza a una persona rimasta gravemente infortunata dopo un incidente stradale: in questo caso l’allontanamento dal nucleo familiare è definitivo. «Lo scopo di confluire entrambi i percorsi in un'unica soluzione abitativa risponde all’esigenza di utilizzare in maniera strategica le risorse disponibili e alla stretta necessità di creare un ambiente fecondo allo sviluppo di relazioni tra persone che condividono la stessa esperienza e prospettiva di vita», spiegano i responsabili della cooperativa. Il progetto verrà gestito quotidianamente da educatrici, operatori socio-sanitari e da un collaboratore familiare. Il taglio del nastro è stato volutamente inserito nel calendario degli eventi della Fiera San Biagio per sottolineare la sensibilità dell’ente organizzatore della rassegna, la Pro loco di Bovolone, verso il settore sociale. Non è la prima esperienza in paese di questo genere. Nel 2018 era stata infatti inaugurata, in via Fratelli Cervi, «Villa Damiano»: un’altra struttura ricavata da una casa con laboratorio donata alla cooperativa di solidarietà sociale Emmanuel, consociata del Focolare, dai proprietari, i coniugi Guzzo, genitori di Damiano, un ragazzo, «portatore di bisogni speciali» come venne definito all’inaugurazione, prematuramente scomparso. In quella casa, Damiano, assieme ai genitori e alla sorella, aveva vissuto per anni. Entrambe le iniziative rientrano in un più vasto programma, denominato «Le Ville Venete», che era nato in occasione della legge «Dopo di Noi» emanata nel 2016. Un programma che ha la cooperativa Emmanuel, presieduta da Stefano Fiorini, come capofila. «Il Focolare» è sorto nel novembre 2001 su iniziativa di due realtà che storicamente operano nel bovolonese in favore di persone con disabilità: «Emmanuel» per l’appunto; e la cooperativa «Il Pellicano». •

RO.MA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie