Doppia cerimonia

Bovolone, donato un ecografo e intitolato al dottor Scarparo il Centro di Salute Mentale

Un doppio evento all'ospedale di San Biagio e alle ex Scuole Maschili
Donazione di un ecografo all'ospedale di San Biagio a Bovolone
Donazione di un ecografo all'ospedale di San Biagio a Bovolone
Donazione di un ecografo all'ospedale di San Biagio a Bovolone
Donazione di un ecografo all'ospedale di San Biagio a Bovolone

Doppia inaugurazione  ieri a Bovolone. Nello stesso giorno, l'Ulss 9 Scaligera ha festeggiato  la donazione di un ecografo al reparto di Recupero e Riabilitazione Funzionale dell’Ospedale San Biagio e celebrato l’intitolazione del Centro Salute Mentale alle ex Scuole Maschili all’indimenticato Dottor Antonio Scarparo, medico di Medicina Generale, in servizio nella cittadina durante gli Sessanta e Settanta.

«A Bovolone due iniziative notevoli», ha affermato il Direttore Generale dell’ULSS 9 Scaligera Pietro Girardi, presente a entrambi gli eventi. «Iniziative realizzate grazie agli sforzi e all’impegno dei cittadini e del Comune, in sinergia con l’ULSS 9. Ringraziamo chi ha donato un nuovo ecografo all’Ospedale San Biagio, strumento utilissimo per tutti i pazienti del reparto di riabilitazione, e ringraziamo anche l’Amministrazione Comunale di Bovolone per l’importante presidio alle ex Scuole Maschili riservato ai Servizi Sociali; una struttura che, insieme all’Ospedale San Biagio, rappresenterà uno dei primi passi per le Case della Comunità».

Bovolone, scoperta la targa in onore del dottor Scarparo
Bovolone, scoperta la targa in onore del dottor Scarparo

Girardi ha poi concluso: «Importante è anche il riconoscimento a un uomo come il dottor Scarparo, un medico che, con la sua professione e il suo modo di interpretarla, dopo diversi anni ha ancora tante persone che lo vogliono ricordare. Un esempio da imitare e da seguire, in un momento in cui i medici sono difficili da trovare nel mercato del lavoro». 

Alla duplice cerimonia, all’Ospedale San Biagio e nel piazzale del Centro di Salute Mentale in via Roma, oltre a Girardi, hanno partecipato anche la dottoressa Paola Pietropoli, Direttore U.O.C. Recupero e Riabilitazione Funzionale, il sindaco di Bovolone Orfeo Pozzani e il vicesindaco Anna Maria Ferrazzano, il sindaco di Nogara Flavio Pasini, presidente del Comitato dei Sindaci del Distretto 3, diversi rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di Bovolone e i familiari del dottor Scarparo.