CHIUDI
CHIUDI

26.03.2019

Asfalto groviera
Sulla «434»
corre la protesta

Buche in Transpolesana (foto Tomelleri)
Buche in Transpolesana (foto Tomelleri)

La Transpolesana è sempre più una strada «groviera». Aumentano i disagi per i conducenti e le proteste legate alle buche lungo la statale «434» tra Oppeano e Legnago. E i sindaci dei centri attraversati dalla superstrada Verona-Rovigo fanno nuovamente pressing sull'Anas per accelerare i cantieri delle nuove asfaltature. L'arrivo anticipato della primavera ha lasciato delusi i molti automobilisti che percorrono ogni giorno i 50 chilometri che collegano la Bassa con il Rodigino.

 

Quanti confidavano nelle temperature miti per un inizio anticipato delle manutenzioni lungo i tratti più compromessi, tra cui i 20 chilometri compresi tra gli svincoli di Ca’ degli Oppi e Legnago, hanno visto tradite le loro aspettative.

Nelle ultime settimane, la situazione lungo la superstrada della Bassa è peggiorata, a causa soprattutto del passaggio di mezzi pesanti che percorrono i tratti più usurati e danneggiati. Tanto che diversi conducenti si spostano automaticamente sulla corsia di sorpasso anche quando quella più a destra è vuota, pur di non dover mettere a dura prova gli ammortizzatori dei propri veicoli a causa degli avvallamenti e dei «crateri» disseminati sulla carreggiata. In questi giorni si sono moltiplicate le proteste e i solleciti degli utenti, sui social media come Facebook o Telegram, affinché si provveda nel più bel breve tempo possibile ad eliminare le buche in superstrada. F.T.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1