CHIUDI
CHIUDI

17.10.2019

Anziano ucciso
dal pirata, la moglie:
«Voglio giustizia»

Fausto Quartaroli travolto in piazza a Casaleone
Fausto Quartaroli travolto in piazza a Casaleone

Fausto Quartaroli non ce l’ha fatta. Il pensionato di 78 anni, travolto due mesi fa da un’auto mentre si trovava fermo con la sua bici sul marciapiede di piazza della Vittoria, in pieno centro a Casaleone, è deceduto domenica scorsa, 13 ottobre, in un letto dell’ospedale «Sacro Cuore Don Calabria» di Negrar. I funerali si terranno oggi, alle 15.30, nella chiesa di San Biagio, a poche decine di metri dal luogo del tragico incidente. Intanto proseguono le indagini dei carabinieri della compagnia di Legnago per risalire all’identità del pirata che si trovava al volante dell’auto che ha travolto Quartaroli.

 

«Non mi aspettavo che Fausto non ce la facesse, ultimamente aveva avuto grossi miglioramenti», dice sconsolata la moglie Luigia parlando del marito.  «Fausto era una brava persona. In passato aveva lavorato prima come muratore e poi agricoltore fino alla pensione. Quella sera era andato al bar per ritrovare i suoi amici, come tante altre volte».  Ora che il marito non c’è più la signora Luigia chiede giustizia. «Chi ha ucciso mio marito deve pagare», afferma convinta. Le forze dell’ordine in questi mesi hanno raccolto diverse testimonianze sull’incidente. Dalla ricostruzione fatta è emerso che l’automobilista che ha investito Quartaroli, uscendo dalla rotonda che immette in piazza della Vittoria a Casaleone, non è riuscito a mantenere la destra ed è finito con l’invadere la corsia opposta prima e poi anche il marciapiede, falciando il 78enne. L’auto dopo aver sbandato e travolto l’anziano, ha proseguito la sua folle corsa ad alta velocità in direzione Sustinenza, senza fermarsi. 

Francesco Scuderi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1