CHIUDI
CHIUDI

26.11.2019 Tags: Angiari

Due anziani derubati in casa Stavano pranzando in cucina

Ladri si introducono in un’abitazione
Ladri si introducono in un’abitazione

I ladri svaligiano la loro casa mentre i proprietari stanno pranzando in cucina. A mandare di traverso il pasto domenicale ad una coppia di anziani di Angiari, 81 anni lui e 75 lei, ci hanno pensato alcuni malviventi, i quali, l’altro ieri, all’ora di pranzo, si sono introdotti nell’abitazione di B.M. e di sua moglie, facendo razzia di preziosi e denaro, incuranti del fatto che i due coniugi fossero in casa a quell’ora. In base ad una prima ricostruzione, al vaglio ora dei carabinieri della Compagnia di Legnago, era da poco passato mezzogiorno quando i due pensionati erano intenti a pranzare in cucina. I ladri, approfittando dell’assenza della figlia della coppia, uscita in mattinata per andare al lavoro, hanno scassinato la porta dell’appartamento della 49enne. Dopo aver messo a soqquadro la camera da letto della donna, da cui hanno asportato alcuni oggetti preziosi, attraverso una porta comunicante tra i due appartamenti, sono entrati nell’alloggio dei due pensionati. A quel punto, i malviventi, che evidentemente si erano accorti della presenza dei due anziani, hanno chiuso a chiave la porta che, dalla cucina, permette di raggiungere la zona notte del loro alloggio. Del tutto indisturbati, dunque, i ladri hanno iniziato a rovistare ovunque, mettendo tutto a soqquadro. E sono riusciti così ad impossessarsi di orologi, collane ed altri preziosi. L’81enne e la moglie, nel frattempo, hanno continuato a pranzare senza accorgersi di nulla. Complice anche la pioggia battente che a quell’ora imperversava fuori dalla finestra. A scoprire la sgradita «visita», dopo qualche ora, è stata la figlia che, rientrata dal lavoro, è passata a salutare gli anziani genitori. La donna, con sorpresa, ha scoperto che l’81enne e la moglie erano, a loro insaputa, chiusi a chiave in cucina. Quindi, i due pensionati, dopo un primo attimo di sconcerto, si sono precipitati in camera da letto, trovandola sottosopra. Analoga scoperta ha fatto poi la figlia nel suo appartamento. All’appello, nella camera dei due anziani, mancavano diversi oggetti, che condensano i ricordi di una vita, tra cui due bracciali d’oro, due orologi sempre in oro e tre preziose collane. I ladri si sono impossessati anche di oltre 200 euro in contanti, senza farsi alcun scrupolo nemmeno davanti alla medaglia d’oro che B.M., diversi anni fa, ha ricevuto dall’Avis locale per aver superato le 100 donazioni di sangue. I malviventi hanno snobbato, invece, i riconoscimenti in argento e in rame, assegnati all’81enne sempre dal gruppo di donatori. Il bottino supera i 5mila euro. Dal canto loro, i familiari dei due anziani, dopo aver denunciato ai carabinieri di Legnago il furto subito dai genitori, hanno tirato un sospiro di sollievo ripensando alla più sfortunata coppia, sempre formata da anziani, aggredita e rapinata nei giorni scorsi nella loro villa a Vigo di Legnago. «Nella sventura», commenta il figlio dei due anziani, «mamma e papà sono stati fortunati, non voglio nemmeno pensare a cosa sarebbe potuto capitare loro se si fossero trovati faccia a faccia con i ladri». «Purtroppo», sottolinea il sindaco Antonino Puliafito, «questo è solo l’ultimo di una serie di furti segnalati in paese. Per questo stiamo studiando di potenziare con varchi per la lettura delle targhe la rete di videosorveglianza municipale. Valuteremo pure l’avvio del controllo di vicinato». •

Fabio Tomelleri
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie