CHIUDI
CHIUDI

18.08.2019

«Basta bufale sui social altrimenti vi denuncio»

Antonino Puliafito
Antonino Puliafito

Stop alle «bufale», diffuse sui social network, riguardanti falsi provvedimenti del sindaco. Ad Angiari, il primo cittadino Antonino Puliafito, vincitore delle elezioni amministrative svoltesi lo scorso 26 maggio a capo di una civica appoggiata dalla Lega, ha deciso di dichiarare guerra ai «corvi». E minaccia quindi di denunciare coloro che, nelle ultime settimane, hanno diffuso in paese notizie distorte o addirittura false concernenti le ordinanze emanate dallo stesso primo cittadino. L’ultimo episodio, in ordine di tempo, ha riguardato il provvedimento con cui il sindaco, per evitare il disturbo della quiete pubblica in paese, ha imposto ad un bar di sgomberare, per la durata di un mese, sedie, tavolini e fioriere dal plateatico antistante il locale. «Ebbene», confessa Puliafito, «qualche giorno fa un’anziana residente mi ha fermato tutta preoccupata poiché le era stato riferito, in maniera totalmente infondata, che il Comune aveva emanato un’ordinanza che imponeva la rimozione delle fioriere di tutto il paese, quando, in realtà, l’unico provvedimento emanato riguardava la sospensione temporanea del plateatico per un bar». Pertanto, il sindaco, sul sito internet del Comune, ha pubblicato una comunicazione ufficiale, «allo scopo di dare una risposta univoca a questa e alle tante altre voci diffuse da chissà chi, riguardanti provvedimenti che non abbiamo mai preso». «Abbiamo constatato», scrive il sindaco nel comunicato, «l’increscioso e deprecabile fenomeno di terrorismo psicologico che alcuni soggetti, estranei alle dinamiche decisionali del Comune, stanno diffondendo tra i cittadini, paventando improbabili provvedimenti». Per questo, il primo cittadino, ex luogotenente della Compagnia dei carabinieri di Legnago, promette: «Non saranno più tollerate ulteriori situazioni di questo tipo. Per questo, nel caso di una reiterata diffusione di notizie false e tendenziose, non esiterò a deferire all’autorità giudiziaria gli autori di tali comunicazioni». Sempre in tema di comunicazioni, Puliafito ed il suo esecutivo, nei giorni scorsi, hanno aperto una pagina Facebook ufficiale del municipio, che è andata ad affiancarsi al sito istituzionale dell’ente, già attivo da anni sul web. «Su Facebook», evidenzia una nota dell’esecutivo guidato da Puliafito, «si potranno trovare notizie utili e le informazioni relative all’amministrazione comunale di Angiari e alle misure via via adottate». Il primo cittadino e gli assessori, tuttavia, puntualizzano: «La pagina sul social network non sarà tuttavia considerata uno strumento idoneo per segnalazioni e disservizi riguardanti il municipio e il paese in generale. Per questo tipo di comunicazioni, pertanto, i cittadini sono invitati a rivolgersi agli uffici comunali, contattando il numero 0442.97.007. •

F.T.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1