CHIUDI
CHIUDI

12.08.2020 Tags: Bovolone

Ambulatori a pieno regime a servizio di 6mila assistiti

Funziona ormai da oltre un mese a pieno regime - e non si fermerà neppure nella settimana di Ferragosto - il centro di medicina di gruppo San Pierino, a Bovolone, in memoria dei colleghi deceduti, dottor Vincenzo Scola e dottor Daniele Giraldi. Si tratta di un poliambulatorio, punto di riferimento per 6mila assistiti, all’interno del quale è operativo anche un nuovo ed esclusivo ambulatorio infermieristico a servizio degli studi dei medici di base. Il centro, inaugurato il 29 giugno, è diventato ben presto un apprezzato servizio per gli assistiti ,che hanno a disposizione per appuntamenti, prenotazioni e richieste di ricette un servizio continuato di segreteria interna. Il nuovo centro ha incrementato le prestazioni offerte alla cittadinanza con servizi di medicina integrata come iniezioni, medicazioni e altri piccoli trattamenti garantiti nell’ambulatorio infermieristico che funziona dal lunedì al venerdì e nel quale si alternano due infermieri. Viene inoltre garantita una stretta collaborazione con l'assistenza domiciliare e le assistenti sociali. Il centro rappresenta infatti una sorte di «ponte» tra i medici del gruppo e le altre risorse territoriali: primo fra tutti il gruppo infermieristico dell'Assistenza domiciliare, senza il quale non sarebbe possibile la cura dei pazienti complessi al loro domicilio. La sede è stata realizzata nei locali di un’ ex officina, al civico 53 di via San Pierino, completamente ristrutturati per ospitare gli ambulatori. I medici hanno potuto contare sulla disponibilità di un giovane imprenditore, Piero Marsotto del centro Retrain, che con la società Mantovani srl ha creduto ed investito nel progetto, riuscendo a superare anche le mille difficoltà organizzative e i rallentamenti dovuti al Covid 19. Ecco i medici di famiglia che ricevono i loro assistiti nel nuovo recapito: Pierluigi Godino, Micaela Renoffio, Filippo Mantovani e Giulia Maria Filippini ai quali si aggiungono per alcuni giorni alla settimana anche i dottori Giuditta Motta e Andrea Bruno Tegani che hanno mantenuto anche i loro ambulatori nel capoluogo.

RO.MA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie