Addio a Gecchele coltivatore diretto e grande allevatore

Agostino Gecchele
Agostino Gecchele

Cologna dice addio ad un altro ex assessore degli anni Novanta, dopo Gianni Foletto. È morto mercoledì, nella sua casa di San Sebastiano, Agostino Gecchele, 79 anni, ex consigliere comunale, ex assessore all'Agricoltura ai tempi del sindaco Antonio Poli nonchè consigliere alla casa di riposo «Cardo» per 16 anni. Imprenditore agricolo e allevatore, impegnato a lungo nelle associazioni di categoria, Gecchele lascia la moglie Adelina e i due figli Valter e Mirco, oltre a tre nipoti. Originario di Lonigo, Gecchele si stabilì da giovane a San Sebastiano, dove acquistò con i fratelli dei terreni da coltivare. Aprì un'azienda agricola e avviò un allevamento di vacche da latte. È stato per anni presidente dei produttori di latte della provincia di Verona, nel direttivo della Coldiretti del Colognese, presidente dell'Associazione Famiglie rurali del Veneto e vicepresidente degli allevatori veronesi. È entrato anche a far parte del direttivo della Cantina sociale di Lonigo. Negli anni Novanta collaborò con i membri dell'Ente Fiera per organizzare il centenario della Fiera agricola di Cologna e fece rivivere il mercato del bestiame dei primi del Novecento. A San Sebastiano ha ricoperto anche il ruolo di presidente dell'Azione cattolica parrocchiale. «Mio padre è stato un uomo onesto e corretto», lo descrive il primogenito Valter, «da lui abbiamo imparato la forza di andare avanti anche nelle difficoltà e l'imperativo di non mollare mai». «Per Agostino l'amicizia era sacra. Era una persona equilibrata, generosa, che sapeva soppesare le parole prima di parlare», rivela Poli. Il funerale verrà celebrato oggi, alle 14.30, nella frazione. •

P.B.