Noi Balconi,
ecco dove il
paese s’incontra

Una accesa sfida a pallone: le iniziative del Grest coinvolgono molti bambini di Balconi
Una accesa sfida a pallone: le iniziative del Grest coinvolgono molti bambini di Balconi

Daniele Filippini è un pensionato di 65 anni e, nel Circolo Noi San Pietro Martire, svolge il ruolo di segretario. È lui che ci racconta la storia dei questa associazione, attiva da un quindicennio. «Il Circolo Noi è nato nel 2003», precisa Filippini, «in prosecuzione del Circolo Anspi sorto qualche anno prima su ispirazione del parroco di allora, don Luigi Vicentini. La sede è sempre rimasta immutata, all’interno dei locali della vecchia parrocchiale: c’era un locale adibito a bar e lì si svolgevano le attività del circolo. Così è stato fino al 2017, quando è avvenuta la demolizione della vecchia struttura per dar vita alla nuova chiesa. Attualmente ci siamo trasferiti nei locali del Centro polifunzionale, che abbiamo in gestione dal Comune di Pescantina, che ne è il proprietario. Sono trascorsi più di una dozzina d’anni da quando, grazie alla stipula di una convenzione, il Comune l’ha dato in gestione al Circolo Noi». In cosa consiste la gestione? «La gestione consiste nella manutenzione dell’immobile e delle strutture annesse con la possibilità di dare l’accesso alla comunità di Balconi in orari stabiliti», spiega il segretario. «Il Centro polifunzionale è situato accanto alla chiesa parrocchiale: c’è un parco pubblico, un campo di pallavolo e un campo di calcetto e ci sono due campi da bocce coperti. «Il fabbricato è su due piani: sono vari locali gestiti dal Circolo e che vengono utilizzati, in base alle attività che vi si svolgono, anche da altre associazioni che gravitano nella comunità di Balconi come l’Avis o il gruppo anziani “La Quercia”. Il Circolo Noi si occupa della manutenzione, dello sfalcio dell’erba, della gestione e dell’apertura della struttura secondo gli orari che vanno dalle 15 alle 19 dal lunedì al venerdì, a seconda delle stagioni. È aperto al pubblico e ad uso della comunità di Balconi». Come e quando programmate le iniziative associative del Circolo? «Il direttivo si incontra alla fine dell’inverno-inizio primavera per stabilire un programma di massima delle attività per la primavera-estate. Alla fine dell’estate, poi, ci si reincontra per programmare le attività del periodo autunno-inverno. «Ovviamente ci sono le riunioni statutarie obbligatorie per il bilancio e per tutte le altre scadenze di legge», ricorda da ottimo segretario del Circolo. «In caso di necessità, però, attraverso internet e gli altri canali social, i membri del direttivo vengono convocati». Quali sono queste iniziative? «Il Circolo ha 560 tesserati. Circa il 50-60 per cento sono i ragazzi iscritti che partecipano al numeroso Grest che si tiene in estate. I maggiorenni/adulti sono circa 150. Le nostre attività si svolgono in stretta collaborazione con la parrocchia». Il segretario continua nell’esposizione delle iniziative del Circolo ricordando la stretta collaborazione con la parrocchia anche durante l’inverno, per la gestione delle conferenze di approfondimento culturale. E non dimentica il tradizionale pellegrinaggio alla Madonna della Corona, sul monte Baldo. Secondo questo spirito vengono organizzate delle viste guidate dal titolo «Arte e fede»: quest’anno è stata la volta della visita alla basilica di San Zeno, in città. E poiché l’attenzione del Circolo è rivolta alle varie fasce d’età non vengono dimenticati gli anziani. È un’iniziativa svolta in collaborazione con la parrocchia: gli incontri, durante i quali si fa musica, si gioca e si cerca di fare in modo che anche questa fascia d’età si senta coinvolta nella parrocchia, sono autogestiti. Daniele Filippini riprende: «Durante il periodo natalizio, dal 20 dicembre all’Epifania, organizziamo la Mostra dell’espressività che vede la partecipazione di una trentina di espositori. Le opere vanno dalle più semplici, realizzate dai bambini, a quelle più elaborate ed artistiche. C’è un gruppo di appassionati di pittura che, ogni anno, portano le loro opere da esporre. Alla mostra partecipano anche le varie classi delle scuole con buoni risultati: ad ogni sezione abbiamo dato dei buoni per l’acquisto di materiale didattico. Sempre nel periodo natalizio partecipiamo al concorso del Presepio in famiglia, organizzato dal Noi di Verona. «La nostra missione», conclude il segretario, «è quella di essere un punto di aggregazione e un momento di incontro secondo lo spirito cristiano, che anima il nostro Circolo. Secondo questo spirito tendiamo anche alla valorizzazione delle realtà locali con le quali cerchiamo di collaborare per valorizzarne le identità e le peculiarità. Questo è il carattere premiante della comunità di Balconi: la disponibilità alla collaborazione da parte di ogni gruppo mantenendo la propria autonomia». •

Gian Battista Muzzi

Suggerimenti