NELLA CASA PIÙ FAMOSA.

Grande Fratello, un veronese
tra i protagonisti

La mamma di Giovanni Masiero è Stefania Bozzi che è stata portavoce delle Donne democratiche
Una immagine di Giovanni Masiero, concorrente del Grande Fratello 13
Una immagine di Giovanni Masiero, concorrente del Grande Fratello 13

Bello è bello, e sembra pure con grandi ideali visto che vorrebbe una ragazza intelligente, simpatica, sensuale e discreta. Ha fatto il commesso, il barista, ha raccolto l'uva, ha fatto il cameriere. Entra così, con Giovanni Masiero, Verona, nella casa del Grande fratello.
Ha preso il via ieri sera, su Canale 5, la tredicesima edizione della casa trasparente più celebre della televisione. Nella prima puntata sono stati presentati i 15 concorrenti che si contenderanno il premio finale da 250mila euro. Alessia Marcuzzi, padrona di casa per l'ottavo anno consecutivo, affiancata dagli opinionisti Manuela Arcuri (che sta per avere un bambino) e il giornalista di moda Cesare Cunaccia, ha dato il benvenuto anche a un concorrente veronese: Giovanni Masiero, un concorrente «suggerito» dal Grande fratello.
Giovanni ha 28 anni, diplomato alla scuola d'arte, Nani-Boccioni, lavora alla Diesel di via Mazzini e fa il modello. Le sue foto sono infatti in questo periodo su tutti gli autobus cittadini perché ha posato per la collezione John Barritt di Mavecom. La mamma di Giovanni è un volto noto di Verona: si tratta di Stefania Bozzi, portavoce delle Donne democratiche di Verona, già consigliere di amministrazione di VeronaMercato.
«Un po' Romeo lo sono», ha detto il ragazzo nella presentazione, «d'altra parte sono di Verona, e Romeo l'ho pure fatto». Lui che adesso vivrà davanti a mililioni di telespettatori di sè racconta contraddizioni in termini, visto che non possiede televisore, non è più su Facebook, e in discoteca non ci vuole più andare. La descrizione perfetta della vita ritirata: «Le regole adesso le faccio io dice, mi piace stare solo con me stesso». Eppure si prepara ad essere osservato in ogni suo movimento con davvero pochi margini di manovra sia per restare solo, sia per uscire dagli schemi. Sono le 22.54 quando Alessia pronuncia il nome di Giovanni e gli annuncia che sta per entrare nella casa. Parte la clip sulla vita del veronese: i nonni, che lui adora, soprattutto nonna che lo delizia con il suo pasticcio e definisce il nipote «ladro di pasticcio», perchè ogni volta che va a far loro visista si porta via una porzione da mangiarsi a casa, ma poi lui la rimepie di baci e lei non può che sorridere. Masiero è stato l'ottavo concorrente ad entrare nella cantina della casa. le donne indatti sono state fatte entrare nella parte bella, mentre i maschi, trovata già sfruttata altre volte, sono finiti in una sorta di cantina-ripostiglio da sistemare. Ma la location non guasta il buon umore dei maschietti che comunque ridono e si presentano senza guardarsi un po' con diffidenza come invece fanno, da copione, le femmine. Il carrozzone è partito tra «carrambate» di mamme a sorpresa e telefonate strappalacrime.A.V. e G.C.