18esima tappa

La favola di Cima, la vittoria dell'eterno attaccante

18esima tappa
Damiano Cima
Damiano Cima

Damiano Cima ha vinto la 18/a tappa del 102/o Giro d’Italia di ciclismo, da Valdaora (Bolzano) a Santa Maria di Sala, lunga 222 chilometri. L’ecuadoriano Richard Carapaz ha conservato la maglia rosa di leader della classifica generale.

Cima ha preceduto di pochi centimetri il gruppo, in grande rimonta, capeggiato dal tedesco Pascal Ackermann, che è piazzato al secondo posto. Terzo Simone Consonni, quarto il francese Florian Senechal e quinto il sudafricano Ryan Gibbons. Al sesto posto si è piazzato Manuel Belletti, settimo Davide Cimolai, che ha preceduto a sua volta il francese Arnaud Demare, ottavo nell’ordine d’arrivo. Al nono posto c’è lo statunitense Sam Bennett e decimo Mirco Maestri.

 

«Per ogni italiano che va in bici, il sogno è di vincere una tappa al Giro. È una gioia immensa. Fino a stamattina avevo contato 760 chilometri trascorsi in fuga a questo Giro d’Italia (più i 170 di oggi, ndr): ho aspettato gli ultimi 300 metri e poi ho dato tutto. Ringrazio la squadra, la mia famiglia e la mia ragazza Veronica. È un sogno questa vittoria». Così Damiano, bresciano di 25 anni, dopo avere trionfato oggi a Santa Maria di Sala.

 

 

Leggi anche
Cunego festeggia l'arrivo del Giro nel 15° anniversario della sua vittoria