La 18esima tappa di oggi

Da Valdaora a S. Maria di Sala
una tappa per velocisti

.
Carapaz seguito da Moreno
Carapaz seguito da Moreno

La 18esima tappa del 102° Giro d’Italia di ciclismo, in programma oggi da Valdaora (Bolzano) a Santa Maria di Sala (Venezia), è l’ultima occasione per i velocisti rimasti in lizza. Lunga 222 chilometri, la frazione toccherà le province di Bolzano, Belluno, Treviso e Venezia.

 

Percorso in pianura e in discesa, dopo una blanda salita fino al Valico di Cimabanche, a 1.530 metri d’altezza. La discesa che segue si concluderà a Ponte nelle Alpi, dove i corridori affronteranno l’agevole Gran premio della montagna di Pieve d’Alpago, posto al km 118,1, a 691 metri (4/a Categoria). Seguirà ancora una discesa fino a Conegliano da dove si snoderà l’ultimo tratto in pianura fino all’arrivo, lungo 2 mila metri e situato in via Cavin di Sala: i corridori sono attesi per le 17,15. La partenza, invece, verrà data in piazza Peter Sigmayr, alle 12, a Valdaora, che è all’esordio come città sede di tappa del Giro d’Italia. Lo è anche la veneta Santa Maria di Sala. I due traguardi volanti della corsa sono posti dopo 159,5 chilometri, a Conegliano (Treviso); e dopo 205,1, a Scorzè (Venezia).