<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
A Borgo Trento

La fioraia è chiusa ma regala messaggi di speranza ai passanti

di Francesca Saglimbeni
A Borgo Trento
I messaggi di speranza della fioraia (Saglimbeni)

Nel quartiere è da tutti conosciuta come la "fioraia delle citazioni".

E in questo periodo di reclusione forzata non ha voluto essere da meno Franca Fiorini, titolare della bottega floreale "La Fioraia" di Borgo Trento, che nonostante le serrande ancora abbassate, giorni fa ha arricchito la sua galleria poetica (pensieri e detti celebri che spuntano tra una pianta e l'altra) con due nuovi componimenti, trascritti a mano sulle vetrine del negozio, a mo' di decorazione.

 

 

Messaggi di speranza e di incoraggiamento per tutti gli abitanti della zona, ma anche per quanti sono soliti passare da piazzale Stefani, racchiusi ora nei versi attribuiti a Pablo Neruda - La speranza ha due bellissimi figli: lo sdegno e il coraggio: lo sdegno per la realtà delle cose, il coraggio per cambiarle -, ora tra le righe scritte da Luis Sepulveda - Un vero ribelle conosce la pausa, ma sa vincerla - tratte da quel capolavoro di favola che è "Storia di una lumaca che scoprì l'importanza della lentezza".

«In un momento di rinuncia all'incontro dal vivo, ho pensato di lasciare un segno di vicinanza e di conforto visibile oltre che ai miei clienti, a tutti i concittadini», specifica Franca, che in questi giorni accede al negozio per preparare le consegne a domicilio, «e al contempo omaggiare due grandi e sensibili poeti, con una dedica speciale al prematuramente scomparso autore cileno»

 

Suggerimenti