L’INIZIATIVA.

Veronamercato dona 20mila euro e da Pazzini 4 cimeli per l'asta

L'attaccante dell'Hellas Giampaolo Pazzini ha aderito alla raccolta
L'attaccante dell'Hellas Giampaolo Pazzini ha aderito alla raccolta

Quasi cinquemila donazioni e un cuore grande così. Verona continua ad essere protagonista quando c’è da fare del bene, con un incremento continuo della raccolta fondi promossa dal gruppo Athesis in collaborazione con il Comune e la Fondazione comunità veronese per finanziare l’acquisto di materiale sanitario per gli ospedali di città e provincia.

 

Cittadini, imprenditori, associazioni e personaggi famosi, in tanti si sono aggiunti strada facendo all’iniziativa #aiutiAMOverona promossa da L’Arena, Telearena e Radioverona, che in poco più di due settimana ha già raggiunto la soglia delle 4.634 donazioni, ben 312 in più rispetto al giorno precedente.

 

E la cifra totale ormai ha raggiunto la quota straordinaria di un milione e mezzo di euro, visto che ieri pomeriggio - il conteggio si ferma alle 17 - il totale era arrivato a un milione 475mila e 735 euro, con altri bonifici in arrivo e quindi un grande traguardo già superato probabilmente dopo poche ore dalla chiusura del conteggio parziale.

 

 

PER DONARE

causale Emergenza Coronavirus- AiutAMO Verona sul conto corrente intestato a Fondazione della Comunità Veronese) 

IBAN IT 85 X 05034 11711 000000006210

 

 

 

Anche Veronamercato si unisce al numero dei donatori: la società di gestione del Centro agroalimentare all’ingrosso, partecipata al 75 per cento dal Comune di Verona, ha deciso di contribuire alla campagna staccando un assegno da 20mila euro. Ma non è tutto.

 

Nel mese di marzo Veronamercato ha acquistato 10mila mascherine monouso fabbricate dall’industria cartaria padovana Grafica Veneta e commissionate dalla Regione. Gli operatori del centro ne hanno comperate finora 4.200 per proteggersi durante l’attività lavorativa. Il ricavato per un valore di 2.500 euro sarà donato al comitato veronese di Croce Rossa Italiana (Cri), al quale saranno anche regalate altre 2mila mascherine, che i volontari dell’associazione distribuiranno ai nuclei famigliari veronesi, molti dei quali ancora sprovvisti di protezione. Le mascherine rimanenti rimarranno a disposizione degli operatori.

 

«Il bilancio del nostro ente è limitato, non arriva ai sette milioni di euro di valore della produzione, ma in questo periodo di emergenza sanitaria cerchiamo di offrire il nostro contributo alla comunità e al territorio», afferma il presidente, Andrea Sardelli. Tra i donatori protagonisti dell’iniziativa si è aggiunto anche Condifesa Codive di Verona, il consorzio di agricoltori per l’assicurazione agevolata in agricoltura che deciso di versare 10mila euro per l’acquisto di materiale e attrezzature sanitarie.

 

Continua pure la raccolta fondi dell’Hellas Verona, con le aste benefiche sulla piattaforma Charity Stars che poi verranno devolute alla raccolta #aiutiAMOverona. Giampaolo Pazzini ha aderito con la solita sensibilità all’iniziativa, mettendo all’asta quattro cimeli di assoluto valore, due paia di scarpini e due casacche: la terza maglia di quest’anno e quella della scorsa stagione, entrambe autografate dal Pazzo. Ma ci sono anche l’abbonamento originale della stagione tricolore 1984/85 donato dall’Associazione Culturale Verona Hellas., i guanti di Alessandro Berardi, polo e felpa di Mariusz Stepinski. •

 

Luca Mazzara e Valeria Zanetti