La campagna del Gruppo Athesis

Raccolta fondi, obiettivo due milioni

La campagna del Gruppo Athesis
Medici e pazienti in un reparto di terapia intensiva
Medici e pazienti in un reparto di terapia intensiva

Un milione 629mila e 22 euro. Una cifra impensabile quando eravamo partiti. Stretti nella morsa della paura di un virus con cui stavamo ancora imparando a convivere ma che avevamo già deciso di combattere con tutte le nostre forze. Stando a casa il più possibile e seguendo scrupolosamente le indicazioni di governo e amministrazioni locali, ma anche provando a far qualcosa di importante.

 

Perchè se da un lato la missione del nostro gruppo editoriale è quella di continuare comunque a fare informazione ed a tenere costantemente aggiornati i nostri lettori, telespettatori e radioascoltatori, dall’altro Athesis con L’Arena, Telearena e Radioverona ha deciso di provare a fare di più.

 

A mettersi in gioco in prima persona attivando la campagna #aiutiAMOverona, una raccolta fondi in collaborazione con il Comune e con la Fondazione comunità veronese a sostegno degli ospedali di città e provincia.

 

 

PER DONARE

causale Emergenza Coronavirus- AiutAMO Verona sul conto corrente intestato a Fondazione della Comunità Veronese) 

IBAN IT 85 X 05034 11711 000000006210

 

 

Donando ogni singolo euro incassato per l’acquisto di materiale sanitario e attrezzature di ogni tipo, indicate di volta in volta dalle strutture ospedaliere a seconda delle necessità. Mascherine e guanti ovviamente, ma anche i preziosissimi respiratori, visiere protettive e pompe per infusione di farmaci. Inviando agli ospedali di Verona e provincia una prima trance di pagamento di 490mila e un’altra a distanza di pochi giorni di altri 570mila euro.

 

Ma a breve ne verrà fatta un’altra, visto che nel frattempo la somma raccolta continua ad aumentare grazie alla generosità di tantissime persone che aumentando giorno dopo giorno. Finora ci sono già state 5153 donazioni in soli venti giorni di campagna, ma il numero è già aumentato visto che il conteggio è fermo alle 17 di venerdì scorso, e quindi già da domani vi racconteremo nuovi numeri e cifre sempre maggiori.

 

Sui donatori ma anche sul totale raggiunto, che sempre restando fermi a venerdì scorso, era di ben un milione 629mila e 22 euro: frutto della generosità di tanti veronesi, grossi imprenditori che hanno deciso di donare cifre considerevoli ma anche privati che hanno contribuito con 20, 30 o 50 euro, quanto era nelle loro possibilità.

 

E ancora associazioni sportive e squadre dilettantistiche, realtà benefiche e aziende di vario tipo, tutti coinvolti. Anche personaggi del calibro di Federica Pellegrini o realtà come l’Hellas Verona che continua le sue aste benefiche sulla piattaforma Charity Stars: a continuare la gara di solidarietà c’è anche la Casa Vinicola Sartori, partner della società gialloblù che ha destinato alla causa altre due bottiglie da tre litri di Amarone del 2015, una delle migliori annate degli ultimi 30 anni, bottiglie brandizzate con un’etichetta speciale: quella dell’entusiasmante promozione in Serie A della scorsa stagione.

 

Ad aderire alla campagna fondi del gruppo Athesis c’è anche il marchio Misterbubbles, leader nella fornitura di cocktail artigianali di alta qualità già pronti che ora vengono consegnati direttamente a domicilio: aderendo all’iniziativa #aiutiAMOVerona ad ogni ordine verranno donati tre euro al progetto del gruppo Athesis. •

Luca Mazzara