Prosegue a pieno ritmo la campagna promossa dal gruppo Athesis

Raccolta fondi, già 4mila donazioni

AiutiAmoVerona spot

Una partita da vincere tutti insieme. I cui i giocatori in campo sono solo undici per parte, ma molti di più. Oltre quattromila per il momento, ma il numero è destinato ad aumentare e già domani il dato sarà parecchio più alto. Perché infatti fino a venerdì scorso erano già 4.033 le donazioni arrivate alla raccolta fondi #aiutiAMOverona organizzata dal gruppo Athesis con L’Arena, Telearena e Radioverona in collaborazione con il Comune e la Fondazione comunità veronese.

 

Fino a due giorni fa il totale che era stato raccolto ammontava a oltre un milione di euro, 1.136.144 euro precisamente con già due trance di pagamenti effettuati a favore degli ospedali di città e provincia, una da 490mila e la seconda da 570mila: soldi preziosi che sono stati utilizzati per acquistare attrezzature sanitarie, dai ventilatori alle pompe per infusione dei farmaci, oltre che per mascherine, camici, guanti e visiere di protezione.

 

PER DONARE

causale Emergenza Coronavirus- AiutAMO Verona sul conto corrente intestato a Fondazione della Comunità Veronese) 

IBAN IT 85 X 05034 11711 000000006210

 

 

Ma con le banche chiuse il sabato e la domenica oggi il conteggio potrebbe riservare splendide sorprese, con tanti soldi in più e altri donatori che si sono aggiunti ai 4.033 già coinvolti fino a questo momento.

 

Con una gara di solidarietà che a Verona sta convincendo un po’ tutti, grandi imprenditori e semplici cittadini che sono sempre più preziosi anche con le donazioni più piccole, perchè ogni contributo può essere fondamentale.

 

E in ogni partita che si rispetti non possono mancare gli sportivi, con l’apporto dell’Hellas Verona e dell’associazione che riunisce gli ex calciatori gialloblù. Ma anche di tante squadre dilettantistiche, come pure Federica Pellegrini: la campionessa di nuoto si è mobilitata infatti al fianco di Sara Cavazza per una raccolta fondi parallela poi convogliata su aiutiAMOverona.

 

L’Hellas nel frattempo propone nuove aste assieme alle altre già attive su CharityStars: dalla divisa completa utilizzata e firmata da Di Carmine di questa stagione, passando per la medaglia della storica promozione in A del 2012/13, fino al biglietto originale di Verona-Juventus di Champions League del 1985 e alle foto di Gullit e Zico (autografata), donate dall’Associazione Culturale Verona Hellas. L’associazione allenatori di Verona ha aggiunto mille euro alla raccolta promossa dal gruppo Athesis, cifra pari ad un terzo del bilancio annuale.

 

L’Aiac provinciale è stata l’apripista in Veneto, ricevendo i complimenti del presidente regionale Luciano Genovese. «Ci sembrava doveroso alimentare questa catena già lunghissima, da rappresentanti di un settore come quello del calcio che abbraccia migliaia di tesserati fra settore giovanile e prime squadre nel territorio di Verona. La decisione è stata approvata in un attimo dal direttivo, com’era logico che fosse. Sarà anche un contributo minimo, ma volevamo esserci anche noi. Scontato. Questa è una partita che si vince tutti insieme. E in campo non vedevamo l’ora di poter scendere anche noi», l’immagine di Michael De Santis, presidente dell’Aiac scaligera, a nome anche dei suoi 330 tecnici iscritti. •

Luca Mazzara e Alessandro De Pietro
# Sposta il focus sul parent