L'INIZIATIVA

Polizia Penitenziaria,
un dono di cuore

Foto di gruppo della Polizia Penitenziaria che ha deciso di sostenere la raccolta fondi #aiutiaAMOverona
Foto di gruppo della Polizia Penitenziaria che ha deciso di sostenere la raccolta fondi #aiutiaAMOverona

Un pensiero per chi è in prima linea, anche se la guerra la combattono anche loro. Ogni giorno, in una situazione già difficile come quella della gestione dei detenuti all’interno del carcere ma che ora lo è diventata ancora di più quando il Covid 19 ha varcato le soglie della casa circondariale di Montorio.

 

Ma a dare una mano alla campagna #aiutiAMOverona ci sono anche loro, il personale della polizia penitenziaria di Verona, che hanno deciso di donare quanto possibile per la raccolta fondi promossa dal gruppo Athesis con L’Arena.

 

Telearena e Radioverona in collaborazione con Comune e Fondazione comunità veronese. Un bonifico da 1500 euro, soldi raccolti tramite il passaparola e i messaggi whatsapp tra secondini. «Il nostro è già un ruolo delicato, oggi ancora di più», spiega Enzo De Cieri, ispettore capo della polizia penitenziaria e promotore dell’iniziativa, oltre che responsabile del gruppo Avis dello stesso corpo. «Non viamo certo un periodo semplice dopo i casi di positività riscontrati all’internop delle carceri italiane ed anche qui a Montorio.

 

È un lavoro già duro normalmente, oggi ancora di più: il Coronavirus all’interno del carcere non è spiegabile, dentro diventa tutto complicatissimo». Ma la voglia di fare qualcosa per gli altri è ancora più forte. «Nonostante questo abbiamo voluto dedicare un pensiero per chi è in prima linea come medici e infermieri».

 

Aggiungendo anche la loro donazione alle altre, per un totale di 5543 che hanno contribuito a raggiungere la cifra di un milione 721mila e 262 euro, anche se il totale è fermo a venerdì scorso e già oggi i numeri dell’iniziativa potrebbero essere molto diversi. Ogni singolo euro verrà distribuito alle strutture ospedaliere di città e provincia per l’acquisto di quanto serve a combattere l’emergenza Coronavirus: sono già stati effettuati due pagamenti agli ospedali veronesi, uno da 490mila e l’altro da 570mila euro, ci sono i fondi per una terza trance ma al momento il nostro gruppo editoriale sta valutando con l’amministrazione comunale quali siano le priorità, e individuare i soggetti a cui destinare il prossimo pagamento di quanto raccolto grazie alla generosità delle persone.

 

PER DONARE

causale Emergenza Coronavirus- AiutAMO Verona sul conto corrente intestato a Fondazione della Comunità Veronese) 

IBAN IT 85 X 05034 11711 000000006210

 

 

Luca Mazzara