LA RACCOLTA FONDI

Donazioni, superati
i 500mila euro!

AiutiAmo Verona

Superata quota mezzo milione. Sono 518mila gli euro raccolti fino al tardo pomeriggio di ieri nell’iniziativa del gruppo Athesis, #aiutiAMOverona, con L’Arena e Telearena in collaborazione con Comune e fondazione Comunità Veronese. Si tratta di un dato importante che raddoppia quello del giorno precedente. Sul giornale di ieri, infatti, vi avevamo fornito la cifra delle donazioni: 241mila euro.

 

Ventiquattro ore dopo – quando però la contabilizzazione dei bonifici era ancora in corso – la buona notizia di un conteggio in costante crescita. Bottino che servirà per andare incontro alle esigenze di medici, infermieri e ospedali. Il cuore grande di Verona al servizio di chi, in queste settimane, sta combattendo contro un nemico invisibile. Sono stati 231 i donatori nella giornata di ieri fra privati, aziende e associazioni. Numero che sommato a quello degli scorsi giorni tocca quota 1317.

 

A questi si è aggiunta anche l’associazione Metropol di Villafranca che con i suoi volontari gestisce le proiezioni cinematografiche alla sala Alida Ferrarini della città. L’associazione ha donato 10mila euro. “Il nostro statuto”, spiegano dal direttivo del Metropol, “prevede che ogni anno in base alla disponibilità economiche si devolva parte degli eventuali guadagni a iniziative di carattere sociale e culturale”. «Vista la drammatica situazione sanitaria in cui ci troviamo causata dal coronavirus», continuano, «abbiamo però pensato di aiutare i medici, gli infermieri e il personale sanitario».

 

L’altro ieri, invece, era stata la Federazione Anziani e Pensionati Acli scaligera a contribuire con 5.000 euro. Un sostegno, aveva sottolineato il segretario Giuseppe Platino, e un segno di solidarietà verso gli anziani: categoria particolarmente colpita. L’iban da utilizzare per chiunque voglia donare è: IT 85 X 05034 11711 000000006210. Piccoli aiuti che possono però diventare una grande mano nell’affrontare questa altrettanto grande sfida.

 

Il problema maggiore a cui la sanità sta facendo fronte da un paio di settimane, infatti, è la necessità di trovare da un lato dotazioni di protezione per medici e infermieri, ma anche la strumentazione visto che il numero dei pazienti contagiati è in costante aumento. Servono al più presto respiratori: strumenti fondamentali in terapia intensiva. Per questo ogni gesto, anche il più piccolo, se unito a tanti altri può cambiare le sorti di questa guerra contro il nemico invisibile. A pochi giorni da quando #aiutiAMOverona è partita il contatore sale con la speranza che un altro grafico, quello più preoccupante, possa avere destino opposto. •

 

ARRIVA ANCHE IL SOSTEGNO DELL'HELLAS

Leggi anche
Il sostegno dell’Hellas, anche Setti dona per la campagna

Nicolò Vincenzi