Bilancio straordinario per il progetto del Gruppo Athesis

AiutiAMOVerona, un cuore
che vale due milioni di euro

Volontari consegnano confezioni di materiale sanitario
Volontari consegnano confezioni di materiale sanitario

Un cuore grande così. Un cuore da due milioni di euro. Quello dei veronesi che fin dal primo giorno di #aiutiAMOverona sono scesi in campo per aiutare il personale sanitario impegnato negli ospedali a combattere il Coronavirus. Un virus che ha stravolto tutto il nostro mondo, cambiando abitudini e innestando angosce e paure.

 

A cui il nostro gruppo editoriale Athesis con L’Arena, Telearena e Radioverona ha voluto rispondere in modo forte, grazie anche alla collaborazione con il Comune di Verona nel promuovere una raccolta fondi solidale destinata all’acquisto di materiale per le strutture ospedaliere di città e provincia. Una campagna realizzata con il sostegno della Fondazione comunità veronese che si è occupata della gestione dei fondi, assicurandosi che tutti fossero destinati agli ospedali: una corsa pazzesca che fin dall’inizio è stata capace di entrare nel cuore dei veronesi.

 

Conquistando la fiducia di tutti, dalle grandi aziende che hanno donato cifre a quattro o cinque zeri fino ad associazioni che hanno deciso di devolvere i loro risparmi annuali: #aiutiAMOverona ha coinvolto gruppi musicali, scout, organismi culturali e molte altre realtà, ma soprattutto ha coinvolto migliaia di cittadini. Tutti pronti ad impegnarsi in prima persona con quanto potevano donare, anche 20, 30 o 50 euro. Come piccole gocce che hanno fatto la differenza per riempire quel mare di solidarietà che ha raggiunto la soglia di due milioni di euro.

 

Sono stati raccolti esattamente un milione 997mila e 855 euro, ma a questa cifra vanno aggiunti gli oltre 14mila euro raccolti dall’Hellas con le sue aste solidali e che prossimamente verranno versati, superando così la quota dei due milioni.

 

«Non ci sono parole per esprimere la gratitudine nei confronti di tutte le persone che dagli ospedali hanno combattuto e continuano a combattere questa battaglia per tutti noi», le parole di Matteo Montan, amministratore delegato del gruppo Athesis, «il bellissimo successo di questa raccolta credo quindi sia il modo migliore per ringraziare queste persone ed un sistema che ha dato ottima prova di se. Il gruppo Athesis con le sue storiche testate è orgoglioso di avere fatto la sua parte insieme a tanti cittadini, imprese, enti e di essersi confermato, in un momento che nessuno mai dimenticherà, un punto di riferimento per questa straordinaria comunità». •

Luca Mazzara