Dall'Aidaa

Botti di Capodanno, i consigli per i proprietari di cani e gatti: «Non mostratevi ansiosi»

Preoccupazione per cani e gatti legate ai botti
Preoccupazione per cani e gatti legate ai botti

Anche questo Capodanno c'è preoccupazione, oltre che per le persone (anziani o disabili), anche per gli animali che possono soffrire particolarmente la continua esplosione di fuochi d'artificio e petardi.

Mentre molti comuni, anche nel Veronese, hanno imposto severe limitazioni all'utilizzo di materiale pirotecnico, l'Aidaa (Associazione Italiana Difesa animali e ambiente) ha preparato un vademecum per i possessori di cani e gatti, per minimizzare le conseguenze dei botti

 

I CONSIGLI PER I CANI

  • Non mostrarsi troppo protettivi, alimenta le loro paure
  • Tenerli in appartamento, meglio se in una stanza in penombra e lontana dai rumori
  • Minimizzare l´impatto dei botti accendendo la musica
  • Non tenerli legati alla catena potrebbero strozzarsi
  • Passeggiare con il cane saldamento al guinzaglio, facendo attenzione per i cani anziani e cardiopatici
  • Assicurarsi per tempo che siano facilmente identificabili con microchip, tatuaggio e medaglietta
  • Se l´animale vi sfugge di mano cercatelo nei canili e comunicate la scomparsa presentando denuncia di smarrimento ai vigili, carabinieri o polizia, avvisate le associazioni animaliste e i siti internet che si occupano di cani scomparsi
  • Non rafforzare la loro paura dei botti agitandovi

 

I CONSIGLI PER I GATTI

  • Non guardarli negli occhi, potrebbero diventare aggressivi
  • Manifestare indifferenza accendendo musica o tv
  • Non lasciarli soli in giardino ed in balcone in quanto potrebbero farsi male, scappare o buttarsi di sotto
  • Preparargli un rifugio alternativo già individuato magari sotto il letto
  • Anticipare l´orario dei bisogni e nei casi più gravi chiedere al veterinario di fiducia un blando sedativo per tranquillizzarli
  • Assicurarsi per tempo che siano identificabili per microchip o tatuaggio
  • Se il gatto scompare cercarlo subito in zona, potrebbe essersi nascosto poco distante da casa e preparare una locandina con foto e numeri telefonici, affiggerla vicino a casa e diffonderla via internet sui siti animalisti