Vinceremo la terza guerra

«Muoia Sansone con tutti i Filistei». Questo potrebbe essere il motto di quei quattro (si fa per dire) negazionisti la cui tesi si basa sul presupposto che il Covid non esiste. Per costoro si tratta di una montatura per pianificare la soppressione della libertà voluta dai non meglio precisati «poteri forti» per imporre un regime di sorveglianza autoritaria. I negazionisti! E quelli che si trovano isolati nelle stanze degli ospedali? E quelli che stanno morendo? E quelle povere famiglie che non hanno neppure la possibilità di vedere i loro cari? Tutto questo non esiste? Io però mi compiaccio di far parte di quei milioni di imbecilli che se ne stanno a casa, che si mettono la mascherina, che mantengono le distanze, che evitano gli assembramenti. Quotidianamente i media ci informano sulla situazione globale della lotta contro il Covid che, più ancora della primavera scorsa, sembra non demordere. La lotta si fa dura, ma l’uomo sta mettendo in campo tutte le risorse che ha a disposizione per arrivare a debellare in maniera definitiva il nemico invisibile. E ci si arriverà, è solo questione di tempo. Ed allora potremo dire di aver vinto, con tanta resilienza, la terza guerra mondiale. SAN GIOVANNI LUPATOTO

Giordano Bruno Venturelli