Via i cassonetti ma perché?

Sono una abitante di via Avena a Madonna di Campagna. Apprendo da volantini appiccicati sui cassonetti che il giorno 18 settembre questi verranno eliminati e si consiglia gli abitanti di tale via di conferire i rifiuti nei cassonetti di via Canobbio o di via Ruberio. Tali destinazioni non sono proprio vicine. Questo alla faccia dei disabili o invalidi di via Avena, e ve ne sono numerosi, senza contare gli anziani. Non vorrei pensare che questo avvenga per favorire qualcuno. Non credo nemmeno sia per la difficoltà di accesso in tale via. La raccolta della carta/cartone del mercoledì allora? E quella della plastica il giovedì? Questi mezzi sono dotati di dispositivi antigravità? In ogni caso in questo modo si penalizzano tutti i residenti. Colgo l’occasione per segnalare che nel mio condominio è stata negata l’installazione di un ascensore dal Comune, in quanto per il Comune stesso non vi sono i presupposti risultando che non vi sono invalidi. Ci siamo io, mio marito ed un altra signora, quindi tre nonché diverse persone anziane. Altre persone anziane e/o disabili abitano nei condomini vicini. Abitiamo all’ultimo piano ed abbiamo inviato tramite l’amministratore del condominio documentazione appropriata, ma senza risultato (pur essendoci offerti di pagare le spese di costruzione). Invito quindi Amia, in primo luogo, a rivedere tale decisione. VERONA

Cristina Bubola