Quel porfido in attesa di cure

Volevo segnalare la pessima e pericolosa situazione in cui si trova il porfido di via Madonna del Terraglio, in Quartiere Santo Stefano. Sono almeno 2 anni che la situazione è diventata critica e bisognosa di interventi seri, di sostituzione dei cubetti mancanti. A seguito della violenta grandinata del 23 agosto, ora si sono formati autentici «crateri» che sono diventati anche pericolosi per le automobili, le quali li scansano. Mi dispiace constatare che, in quanto residente in quartiere, da diverso tempo segnalo questa problematica, senza che a livello comunale nessuno sia intervenuto in maniera tempestiva a sistemare il porfido di una città patrimonio Unesco, che invece sembra di un Paese del terzo mondo. Spero che ora si intervenga davvero, ma non con asfalto a freddo, che alla prima pioggia sparisce e addirittura creerebbe buche più grandi di quelle già esistenti, ma con nuovo porfido. VERONA

Simone Graziani