Le «malattie» che spaventano

Gente che per il rito dell’aperitivo si ammala o ammala gli altri; gente che per un ballo (dire ballo è un offesa al vero ballo visto che ognuno si muove a caso) si ammala e contagia gli altri; gente che ti ammazza se cerchi di intervenire per fermare una lite; gente che ti ammazza, ti butta in un pozzo o ti brucia se vuoi finire una relazione oppure ti rovina con l’acido; monopattini in ogni angolo abbandonati, o in due sopra che non si fermano a nessun semaforo rosso e se fai osservazione ti mandano a quel paese; cattiveria e intolleranza che sta dilagando, bande che girano solo per fare del male al primo che capita; rispetto zero per anziani, deboli e invalidi... Ma siamo sicuri che vada tutto bene? O c’è un nuovo virus peggio del «corona» in giro? VERONA

Roberto Regaiolo