Bisogna fare forti pressioni

Mi associo a quanto scritto dal signor Sergio Bazerla e voglio inoltre rammentare quanto da me già da tempo appurato. A una mia lettera riguardante i rifiuti sulle superstrade e/o tangenziali e/o strade statali, la dirigenza di Veneto Strade così mi rispondeva: la pulizia delle strade (è di loro competenza) solo in quanto finalizzata a garantire la sicurezza e fluidità della circolazione delle stesse, con esclusione dell’attività di raccolta e gestione dei rifiuti abbandonati oltre i margini della carreggiata attesa la competenza delle amministrazioni comunali, soggetti istituzionalmente deputati alla gestione del rifiuti all’interno del proprio territorio. Il tutto facente parte di accordi e discipline intercorsi tra le varie amministrazioni pubbliche. I Comuni a loro volta, da me contattati, mi hanno fatto sapere che sono impossibilitati a intervenire per motivi logistici e di sicurezza. E questo comprese anche le giornate ecologiche da me evocate. A questo punto rivolgo una preghiera alle amministrazioni comunali (visto che ne va anche e soprattutto della loro - e della nostra - immagine) di promuovere delle forti pressioni nelle sedi più opportune. Ancora una volta la speranza per me è l'ultima a morire. VILLAFRANCA

Giorgio Magalini