Adiconsum, un anno dalla vostra parte

Il nodo-bollette è sempre in primo piano nel lavoro di Adiconsum
Il nodo-bollette è sempre in primo piano nel lavoro di Adiconsum

Si tiene oggi alle ore 11 l’incontro on line organizzato da Adiconsum Verona sulle attività associative 2020 e le sfide future che attendono i cittadini veronesi. Si parlerà di risparmio, truffe on line, energia, telefonia e in generale di tutela del consumatore a 360 gradi. Tutti possono partecipare all’evento tramite la diretta YouTube, collegandosi al canale Adiconsum Verona, tramite il link https://www.youtube.com/user/AdiconsumVerona . La registrazione dell’incontro sarà consultabile anche in differita, nei giorni successivi, sul medesimo canale YouTube. Sono stati quasi 1.500 i veronesi che nell’anno 2020 si sono iscritti all’Associazione. Un dato in calo rispetto la precedente annualità, che aveva registrato quasi 2000 nuovi soci. La flessione è dovuta in parte ai mesi di chiusura degli sportelli durante il primo lockdown e in parte alla parziale conclusione di alcune attività straordinarie soprattutto relative al ben noto caso diamanti. Nell’anno 2020 i maggiori settori di intervento dell’Associazione sono stati quello finanziario (280 reclami), telecomunicazione e postali (110), servizi a rete energia elettrica, gas e acqua (60), viaggi e tempo libero (50) e beni di consumo (30). Per un totale di circa 800 reclami. Anche nell’anno appena conclusosi, come peraltro nel 2019, i reclami per i servizi bancari e finanziari sono stati quelli più numerosi, indice di una generale e consolidata situazione socio-economica che stenta purtroppo a modificarsi in meglio con conseguente pregiudizio a danno dei risparmiatori. E’ da notare che nel 2020 sono aumentati i casi di truffe on line soprattutto finalizzate alla sottrazione illegittima di somme dalle carte di credito e dai conti correnti dei risparmiatori. Da questo punto di vista l’aumento delle operazioni tramite internet, dovute alla pandemia, ha portato con sé anche un incremento dei tentativi di truffa. Il consumatore veronese oggi deve mantenere alta la guardia per difendersi nei vari ambiti di consumo e non farsi prendere dall’emotività o dall’illusione del facile guadagno. Dietro molti «affari» si nascondono insidie, pertanto è importante essere accorti. D'altro canto le associazioni debbono lavorare perché la politica adotti sistemi di tutela più efficaci e non lasci i cittadini alla mercé di facili raggiri della legislazione vigente. Al riguardo il settore energetico con le attivazioni contrattuali non richieste è sintomatico. Per contro sono molte le persone che hanno deciso di rinnovare la loro iscrizione all’Associazione, sintomo probabile di un riconoscimento dell’opera svolta con le campagne informative e le azioni di tutela collettiva messe in campo negli anni. All’incontro di oggi alle ore 11 interverranno Davide Cecchinato, presidente Adiconsum Verona, che illustrerà le attività associative del 2020 e gli avvocati di Adiconsum Verona: Silvia Caucchioli parlerà di come tutelare il risparmio e di «Aletti Certificate e Fondo Indennizzo Risparmiatori», Carlo Battistella farà una relazione sulle tutele messe in campo nel caso «diamanti e cessioni del quinto dello stipendio» e Iacopo Cera si concentrerà su come far fronte ai «furti dell’identità digitale e alle truffe on line». L’appuntamento è quindi on line oggi alle 11 o in differita sul canale YouTube dell’Associazione.