<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
il record

Le notti non finiscono all'alba nella via, Ramagli è melodia

di Simone Antolini
Il tecnico livornese è diventato l'allenatore più longevo nella storia della Scaligera
L'allenatore de3lla Tezenis Alessandro Ramagli premiato da Gianluigi Pedrollo e Alessandro Frosini per il record di panchine con la Tezenis (Ph Fotoexpress/Pennacchio)
L'allenatore de3lla Tezenis Alessandro Ramagli premiato da Gianluigi Pedrollo e Alessandro Frosini per il record di panchine con la Tezenis (Ph Fotoexpress/Pennacchio)
L'allenatore de3lla Tezenis Alessandro Ramagli premiato da Gianluigi Pedrollo e Alessandro Frosini per il record di panchine con la Tezenis (Ph Fotoexpress/Pennacchio)
L'allenatore de3lla Tezenis Alessandro Ramagli premiato da Gianluigi Pedrollo e Alessandro Frosini per il record di panchine con la Tezenis (Ph Fotoexpress/Pennacchio)

Le notti non finiscono all'alba nella via. E qui si ferma la poesia degli 883. E noi, in rima aggiungiamo: Ramagli è ... melodia. Provate a canticchiarla.

Magari a tutti non farà lo stessi effetto. Ma il senso sta nella circolarità delle cose. E Alessandro Ramagli vive di "splendida ripetitività" dentro al microcosmo Tezenis.

Oggi il tecnico livornese è diventato l'allenatore più longevo nella storia della Scaligera. Due cicli, una Coppa Italia di A2 ed una promozione in A1 in bacheca.

Il merito è stato quello di sottrarre alle sabbie mobili Verona quando la situazione si era fatta difficile. Ma, poi, Ramagli ha fatto anche di più. Consegnando una promozione inaspettata ai tifosi veronesi.

E adesso? Adesso la storia si ripete. La società lo vuole ancora qui. Per altri due anni. La proposta biennale è stata avanzata dal vicepresidente Giorgio Pedrollo. E Ramagli pare intenzionato a restare. Un altro anno sicuro. Poi si vedrà.

Il ciclo infinito pare promettere ancora qualcosa di buono. Ramagli ha vinto, ha perso, ha stupito, ha vissuto delusione. Ma ha ancora voglia di camminare con la Scaligera. E quindi, le notti non finiscono all'alba nella via. E come dice il giovane Pedrollo: "Ramagli è la nostra melodia".

Suggerimenti