La posta della Olga

Verona fuori dalla Nato E Putin si congratula

In Russia - scrive la Olga - sono convinti che Verona uscirà dalla Nato. Sembra che Putin, dopo aver letto la Moskovskij Komsomolets, uno dei quotidiani di Mosca più diffusi, che riportava la notizia della manifestazione contro l'Alleanza Atlantica tenutasi sabato scorso nella nostra città, si sia sfregato le mani per la contentezza e abbia chiamato il suo ministro degli esteri per ordinargli: «Diamo subito ai veronesi tutto il gas che vogliono». La manifestazione, promossa dal Comitato Verona per la Libertà che sostiene la candidatura a sindaco di Zelger alle prossime comunali, è stata ben poca cosa, ma si sa com'è la propaganda, tanto più che l'eventuale uscita di Verona dalla Nato sarebbe l'unica vittoria, seppur indiretta, di cui si potrebbe vantare Putin da quando ha invaso l'Ucraina. Ho chiesto alla Teresa Petaròvna, l'ex ballerina russa del Bolscioi che abita dalle mie parti col marito, el Méscola, se fosse vera la storia del gas. Sapendo che la Petaròvna è pro Putin, ero pronta a cercare di distinguere le balòte dalle mezze verità. Era felice che l'avessi chiamata. Squittiva giuliva come Topolina quando sale sulla macchina di Topolino per andare in gita in campagna col frighetto del picnic. Mi ha detto che la storia del gas è vera e che Putin ha inoltre deciso di conferire a Zelger la medaglia dell'Ordine di Sant'Andrea. Dell’una e dell’altra cosa la Petaròvna avrebbe avuto conferma da un certo Borislav, un caldarrostaio di Mosca che le fa il filo da quando lei mostrava le gambe al Boscioi. Mi ha raccontato inoltre che molti giornali hanno ripreso la notizia della Moskovskij Komsomolets e che uno ha titolato a tutta pagina «Verona sgretola la Nato». Guarda, mi sono detta, cosa può fare la propaganda. Bastano una decina di manifestanti, 'na bruscà de slogan del tipo «Nato assassina», come si è visto sabato scorso, e un megafono per stravolgere la realtà. In ogni caso, se sul serio Mosca ci desse il gas, non faremmo gli schizzinosi, anche se mi seccherebbe ringraziare Zelger, cosa che comunque non farei. La Petaròvna mi ha inoltre detto che se voglio anch'io la medaglia di Sant'Andrea è sufficiente che scriva una lettera a Putin che contenga almeno dieci pesanti insulti a Bàiden e alla Nato.

Silvino Gonzato